Turismo. M5S: “Regione adotti tutte le misure necessarie per il sostegno alle attività ricettive”

Adottare tutte le misure utili per il sostegno alle attività ricettive, integrando le misure nazionali con azioni regionali di supporto ai bed and breakfast a conduzione familiare, regolarmente dotate di codice identificativo regionale (CIR), anche attraverso l’istituzione di un bonus a fondo perduto. È quanto chiedono in una mozione i consiglieri del M5S Antonella Laricchia, Rosa Barone, Cristian Casili e Antonio Trevisi. 

“Nei giorni scorsi – spiegano i pentastellati – abbiamo avuto un incontro sul turismo con i rappresentanti delle associazioni di categoria, con cui ci siamo confrontati sia sulle misure da adottare per far fronte alle ingenti perdite dovute all’emergenza Covid, sia per una riorganizzazione a lungo termine. La Regione deve aiutare anche i proprietari e gestori di bed and breakfast e case vacanze dotati del codice identificativo CIR, che quindi hanno adempiuto a tutti gli obblighi di legge, con misure che consentano loro di superare questo periodo di difficoltà, di salvaguardare l’occupazione e di porre le basi per una ripresa che sicuramente sarà posticipata rispetto ad altri settori dell’economia e del turismo stesso. È necessario intervenire tempestivamente per tutelare adeguatamente queste attività, anche in considerazione del fatto che per molte di esse non sono attivabili gli ammortizzatori sociali nè altre misure nazionali. Il turismo è in una situazione di emergenza, la Regione ha il dovere di intervenire  con misure concrete. Presto chiederemo l’audizione dell’assessore Capone per fare il punto della situazione in Puglia: non possiamo continuare a sapere le notizie dalla stampa” . 


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.