Brindisi.Indagine epidemiologica, oggi eseguiti 380 tamponi Dimesso l’ultimo paziente dalla Pneumologia del Perrino

L’attività di sorveglianza sanitaria nella provincia di Brindisi ha registrato oggi un totale di 380 tamponi effettuati nelle Case per la Vita, Comunità Alloggio, Crap, Rssa, Centri di Salute Mentale, Pta, persone a domicilio e ospedali. I dati vengono illustrati dal direttore generale, Giuseppe Pasqualone.

Il Servizio di Igiene e Sanità Pubblica ha eseguito oggi 251 tamponi: 13 a dipendenti del Centro di Salute Mentale di Brindisi, 5 a operatori della Comunità Alloggio “Casa Lilia” di Latiano, 16 a operatori della Crap “Villa della Chiesa” di Latiano, 15 a operatori della Crap “Villa del sole” di Latiano, 14 a operatori della Casa per la Vita “F. Basaglia” di Latiano, 7 a dipendenti del Centro di Salute Mentale di Mesagne, 8 a operatori della Casa famiglia “Casa di Valentina” di Mesagne, 10 a operatori della Casa per la Vita “S. Francesco” di Mesagne, 11 a operatori della Casa per la Vita “Agrifoglio” di Torre S. Susanna, 11 a operatori della Casa per la Vita “Don Tonino Bello di Torre S. Susanna, 4 a operatori e ospiti della Rssa “Villa Bianca”, 8 a ospiti della Casa per la Vita di San Pancrazio Salentino, 18 a operatori del Pta di San Pietro V.co, 111 tamponi a persone nel proprio domicilio.

Tamponi effettuati nell’ospedale Perrino di Brindisi: 68 a operatori sanitari e 61 a degenti e pazienti in Pronto soccorso.

I tamponi processati negli ultimi due giorni nei laboratori di analisi del Perrino e del Di Summa sono 289.

I pazienti Covid ricoverati al Perrino sono 11, tutti in Malattie infettive. Dimessa l’ultima paziente dalla Pneumologia.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.