STABILIZZAZIONI SANITA’, FDI: UNA MOZIONE PER IMPEGNARE LOIZZO, PERSONA E POLITICO PIU’ SERIO DI EMILIANO

Dichiarazione dei consiglieri regionali di Fratelli d’Italia Erio Congedo, Giannicola De Leonardis, Luigi Manca, Renato Perrini, Francesco Ventola e Ignazio Zullo

“Un presidente di Regione che vuole davvero stabilizzare il personale sanitario pugliese alle 8 del mattino del 14 maggio non sta su Facebook a postare per bearsi: bravi di qua e bravi di là…bravi a noi! Sta al telefono a pressare il ministro Boccia e il ministro Speranza perché quell’articolo vada in porto per davvero! Non a chiacchiere…

“Per questo abbiamo presentato una mozione da discutere al primo Consiglio regionale utile per impegnare prima ancora che il Governo, il presidente del Consiglio regionale Mario Loizzo, persona e politico ben più serio rispetto ad Emiliano, a porre rimedio nella Legge di Conversione del Decreto Rilancio estendendo la stabilizzazione del personale sanitario anche a chi maturerà i 36 mesi di lavoro entro il 31 dicembre 2020.

“Non solo, ma la mozione ha anche un aspetto politico che va oltre: dovrebbe far fare a tutto il Consiglio una riflessione sugli annunci ingannevoli del presidente Emiliano in cerca ogni giorno di facile consenso e assillato dalle elezioni – tutti sanno che vuole votare a luglio per incassare un improbabile aumento di consenso speculando politicamente anche sul Covid – che creano solo inganno, distacco dalla politica, rabbia contro le Istituzioni e sciacallaggio sulle ansie e le aspettative di chi vive nella precarietà del lavoro.

“Ai politicanti, più interessati a se stessi (lei non sa chi sono io) che ai precari, diciamo solo: datevi davvero da fare. In maggioranza ci siete voi e a voi tocca governare… non fare annunci!”


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.