BRINDISI. Chiusura Versalis.La FILCTEM CGIL di Brindisi, ha svolto una riunione in videoconferenza, con i propri Delegati Sindacali, RSU e RLS delle aziende del petrolchimico,

La FILCTEM CGIL di Brindisi, ha svolto una riunione in videoconferenza, con i propri Delegati Sindacali, RSU e RLS delle aziende del petrolchimico, alla presenza del Segretario Territoriale di Brindisi Antonio Frattini e con la partecipazione del Segretario Generale della CGIL Brindisi Antonio Macchia.


La riunione per valutare l’esito degli incontri e le decisioni di Eni Versalis, che a seguito dell’ordinanza emessa dal Sindaco di Brindisi, con la quale dispone la fermata del cracking, produrrà la fermata generale degli impianti.
Un’ordinanza emessa, in assenza di evidenti criticità, registrate dalle centraline in continuo, e visibili sul Sistema pubblico di  monitoraggio della qualità dell’aria di ARPA Puglia e/o da altre problematiche manifestate, fino a questo momento da ARPA.
L’assise ha valutato positivamente la tempestiva convocazione della Prefettura di Brindisi, che per la tarda mattinata di lunedì, in videoconferenza, su richiesta delle categorie del comparto chimico, ha riunito Eni Versali, Enipower, Confindustria e sindacati.
Il Segretario Generale CGIL Antonio Macchia nel ribadire l'importanza del sito industriale di Brindisi, ha espresso grande preoccupazione per i lavoratori diretti e per i lavoratori dell’indotto, confermando l'impegno della Segreteria Confederale Cgil a valutare tutti gli sviluppi della vicenda e l’esito del previsto incontro in Prefettura.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.