Sanità, Pellegrino: “Ospedale Copertino riapre in sicurezza. Ora si faccia riflessione generale su tutta l’organizzazione ospedaliera”

“La riapertura di tutti reparti dell’ospedale di Copertino è un’ottima notizia per il territorio e per la sanità salentina. Riacquisire la propria dimensione post-covid dimostra la lungimiranza organizzativa della direzione generale della Asl di Lecce, a cui va dato atto di aver saputo gestire l’emergenza pandemica.

L’ospedale riapre in sicurezza e con tutte le misure anti-covid per la tutela degli operatori e dei pazienti”.

Lo dichiara il presidente di Italia in Comune alla Regione Puglia e vice presidente della III Commissione Sanità, Paolo Pellegrino, commentando la riapertura da domani, lunedì 25 maggio, alle ore 8 dei reparti e delle branche assistenziali del San Giuseppe.

“Adesso però è arrivato il momento – sottolinea il consigliere regionale – di cogliere l’occasione per rivedere tutto l’assetto della nostra sanità, visti i parametri orma saltati del dm 70 del piano di riordino ospedaliero. Per questo invito il presidente e assessore alla Sanità, Michele Emiliano, a una riflessione congiunta con tutte le forze politiche del consiglio regionale sulla riorganizzazione ospedaliera. Per il Salento occorre rivedere Copertino, Galatina e Casarano come ospedali di base prendendo in esame il possibile accorpamento di alcuni presidi per renderli di I livello. A mio avviso questa riflessione generale sulla sanità post-covid deve prevedere anche altri punti: ridisegnare una rete di emergenza-urgenza più flessibile rinforzando significativamente la prevenzione territoriale e collegandola strutturalmente con l’organizzazione ospedaliera”.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.