BRINDISI.Rinvio marcia e conferenza stampa 27 maggio ore 10 presso Cobas

La marcia per il lavoro da Brindisi a Bari programmata per giorno 27 Maggio 2020 dal Sindacato Cobas , insieme ad altre organizzazioni sindacali e rappresentanti politici Istituzionali ,  è rinviata di qualche giorno per la concomitanza con un altro sit in sotto la Presidenza della Regione Puglia.

 Lo spostamento  della data ci è stato  richiesto gentilmente  dalla Questura di Bari a cui noi abbiamo aderito, anche a causa del Coronavirus .

Il Sindacato Cobas  organizza quindi una conferenza stampa per le ore 10 di domani, Mercoledì27 Maggio, in via Appia 64 sotto la sede Cobas alla presenza di una rappresentanza sindacale , di cassaintegrati DCM, del Consigliere Regionale Gianluca Bozzetti 5 stelle  vice presidente della Commissione Lavoro della Regione Puglia.

Sarà l’occasione per fare il punto sulla vertenza Dema alla luce del certo rinvio  di 3 mesi per il piano di pagamento dei 38 milioni di euro di debiti  ottenuto ieri , 25 Maggio 2020 , dalla azienda da parte dell’Inps.

La nuova data per realizzare la “Marcia per il lavoro” sarà decisa nei prossimi giorni   in una riunione alla presenza della RSU Dar formata da rappresentanti Cobas, Ugl, Fismic , con le omonime segreterie provinciali ,rappresentanti cassaintegrati DCM.

La nostra proposta  aveva  intanto raccolto significative adesione negli stabilimenti del gruppo Dema , nel  Mondo Politico Istituzionale come l’Onorevole Anna Macina ed il Consigliere Regionale Gianluca Bozzetti protagonisti di un pressing Romano che ha cominciato  a dare i suoi piccoli frutti.

 

Per il Cobas Roberto Aprile


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.