Bonus lavoratori autonomi. M5S: “Possibile grazie al Governo. Ancora una volta la Regione si prende meriti non suoi”

“Ancora una volta la Regione Puglia si muove dopo le nostre sollecitazioni. Peccato che però come sempre sia in ritardo rispetto alle esigenze dei cittadini.

Già un mese fa con una nota del consigliere Cristian Casili avevamo richiesto un bonus per lavoratori autonomi e liberi professionisti, in modo da massimizzare sul territorio regionale le misure già adottate dal governo nazionale, supportando queste categorie fortemente danneggiate dall’emergenza Covid -19. Ieri finalmente sono stati stanziati 125 milioni per un sostegno economico per i lavoratori autonomi. Si tratta di una rimodulazione dei fondi europei, attraverso cui è stato possibile avere le risorse per la misura ‘Start’ e resa possibile grazie al Decreto rilancio. Soldi che comunque sarebbero andati alle imprese, per cui la Regione non attinge a un euro del proprio bilancio. Ora chiediamo quali saranno i tempi per la reale erogazione, che ieri non ci sono stati dati”. Così i consiglieri del M5S Puglia.

“In altre regioni – continuano i pentastellati – le misure per sostenere i liberi professionisti erano già state adottate da tempo, come sempre la Puglia è in ritardo. Intervenire prima avrebbe permesso di far ripartire con maggiore celerità il tessuto economico, mentre i tempi adesso si sono notevolmente allungati. Dobbiamo ringraziare Unione Europea e Governo, nonostante il duo Emiliano – Piemontese cerchi di prendersi meriti non suoi. Anzi riteniamo che la Regione avrebbe dovuto prevedere una maggiore dotazione per la misura, con una diversa rimodulazione nella manovra complessiva da 750 milioni. Lo consideriamo un primo passo.”  


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.