LECCE.TUTTO PRONTO PER IL “PASTICCIOTTO DAY” – APPUNTAMENTO L’1 GIUGNO PER CELEBRARE LA RIPARTENZA

APPUNTAMENTO L’1 GIUGNO PER CELEBRARE LA RIPARTENZA. PASTICCIOTTO A METÀ PREZZO IN OLTRE 100 PASTICCERIE E BAR. DONAZIONE DI PASTICCIOTTI NEGLI OSPEDALI DELLA PROVINCIA DI LECCE, MA ANCHE A BRINDISI (“PERRINO”), MILANO (“SAN RAFFAELE” E “SAN PAOLO”), ROMA (“SPALLANZANI”), NAPOLI (“COTUGNO”) E TORINO (“OGR”)

 L’1 giugno si celebra la ripartenza con il “Pasticciotto Day”: un’intera giornata dedicata al “re” della pasticceria salentina, che per l’occasione sarà venduto a metà prezzo in oltre 100 bar e pasticcerie del territorio (e non solo). Tanti sono infatti gli esercizi commerciali che in pochi giorni hanno aderito all’iniziativa ideata e organizzata da Agrogepaciok – Salone nazionale della gelateria, pasticceria, cioccolateria e dell’artigianato agroalimentare organizzato dall’agenzia Eventi Marketing & Communication di Carmine Notaro – in collaborazione con Associazione Pasticceri Salentini di Confartigianato Imprese Lecce, Fipe Confcommercio Lecce e con il patrocinio della Camera di Commercio di Lecce, per celebrare simbolicamente la fine del lockdown e incentivare la ripresa di tante attività che si sono fermate per due mesi a causa dell’emergenza Coronavirus.

Il prelibato pasticciotto sarà venduto al prezzo simbolico di 60 centesimi per consentire a tutti di poter godere, dopo tanto tempo, della bontà del dolce salentino per eccellenza. L’elenco completo di bar e pasticcerie aderenti è disponibile sulla pagina Facebook e sul sito di Agrogepaciok. Ma non è tutto, perché il Pasticciotto Day ha varcato i confini regionali, riuscendo a conquistare anche l’adesione di maestri pasticceri salentini che ormai da anni vivono in altre città d’Italia e hanno risposto con entusiasmo al richiamo dei loro colleghi, accettando di farsi a loro volta promotori dell’iniziativa nelle città di Milano, Roma, Napoli e Torino.

Il Pasticciotto Day riserverà inoltre un trattamento particolare a tutti gli eroi in camice bianco delle strutture ospedaliere. Le attività aderenti al progetto doneranno infatti i loro pasticciotti agli ospedali di riferimento della propria zona. Nello specifico, i pasticceri effettueranno donazioni negli ospedali territoriali di Lecce, Brindisi, Galatina, Scorrano, Tricase, Casarano, Copertino e Gallipoli, ma anche negli ospedali di Milano (“San Raffaele” e “San Paolo”), Roma (“Spallanzani”), Napoli (“Cotugno”) e Torino (“OGR”).

“Abbiamo voluto creare questa iniziativa per dare un senso alla ripartenza e supportare, in un momento molto difficile, un settore che negli ultimi 15 anni ha contribuito in maniera significativa alla crescita di Agrogepaciok”, dice Carmine Notaro, ideatore del “Pasticciotto Day” e organizzatore del celebre Salone nazionale della gelateria, pasticceria, cioccolateria e dell’artigianato agroalimentare, che ha già programmato la 15esima edizione a Lecce dal 7 all’11 novembre.

“L’emergenza Coronavirus ha indubbiamente modificato le nostre abitudini, facendoci riflettere sull’essenza della nostra quotidianità e facendoci sicuramente rivalutare anche quei piccoli gesti sino a ieri dati per scontato, come quello di degustare un pasticciotto appena sfornato dalle abili mani dei nostri maestri pasticceri”, sottolineano gli altri organizzatori dell’Associazione pasticceri salentini di Confartigianato imprese Lecce, la Fipe di Confcommercio e la Camera di commercio di Lecce che ha dato il patrocinio. “Per questo – spiegano – vorremmo che il Pasticciotto Day divenisse la giornata del ricordo, un appuntamento con cadenza annuale, per non dimenticare quanto accaduto nei mesi passati e per ricordare quanto è importante vivere e godere appieno della semplicità della nostra vita. È un modo per ridare forza e coraggio alle tante piccole imprese artigiane, da sempre cuore pulsante della nostra economia – concludono – e anche per questo ci auguriamo che tutti, il 1°giugno, vorranno recarsi nei bar e nelle pasticcerie aderenti all’iniziativa per degustare un pasticciotto”.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.