VIZZINO E PELLEGRINO (I.C.): LA REGIONE SOSTENGA LE TESI DEI MEDICI NON SPECIALIZZATI. SONO INDISPENSABILI AL PAESE…

“La Regione Puglia sostenga le tesi dei medici non specializzati. Durante la fase più difficile della pandemia abbiamo compreso sino in fondo la loro utilità ed oggi non possiamo permetterci di perderli.

Proprio per questo, chiediamo al Presidente Emiliano di mettere in campo ogni iniziativa utile ad affrontare e risolvere il problema del futuro occupazionale di questi professionisti”.

Lo affermano i consiglieri regionali di Italia in Comune Mauro Vizzino e Paolo Pellegrino.

“E’ ben noto, infatti, che nel nostro paese sono ancora tanti gli ostacoli per poter accedere alla formazione e questo, ovviamente, si ripercuote sulla qualità complessiva del servizio sanitario pubblico.

Attendere risposte esaurienti dal Governo nazionale potrebbe richiedere troppo tempo, con il rischio di immediato impoverimento della forza-lavoro nei nostri ospedali e, più in generale, nell’offerta di servizi sanitari. L’ipotesi di un esodo in massa verso altri paesi è più che concreto.

La Regione Puglia, però, può fare qualcosa di estremamente utile in questa direzione, mettendo a disposizione delle borse di studio per finanziare l’accesso ai corsi di specializzazione, soprattutto presso le Università pugliesi.

Siamo certi – concludono Vizzino e Pellegrino – che il Presidente Emiliano non farà cadere nel nulla questo appello, anche sulla scorta della sua accertata volontà di non depotenziare il sistema sanitario della nostra regione”.

 


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.