BRINDISI.CGIL – CISL-UIL :richiesta incontro urgente – tavolo interistituzionale – vertenza Santa Teresa

Al Presidente della Regione Puglia

Dott. Michele Emiliano

presidente.regione@pec.rupar.puglia.it

segreteriageneralepresidente@pec.rupar.puglia.it

All’Ass. Politiche del Lavoro Regione Puglia

Dott. Sebastiano dr. LEO

sebastiano.leo@regione.puglia.it

segreteria: s.delmastro@regione.puglia.it

Al Commissario Straordinario ARPAL PUGLIA

Dott. Massimo Cassano

segreteriacassano@virgilio.it

commissariomc@arpal.regione.puglia.it

c.discornia@regione.puglia.it

a.pannaria@regione.puglia.it

Al Presidente Task Force Regionale

Dott. Leo Caroli

l.caroli@regione.puglia.it

Al Presidente della Provincia di Brindisi

Dott. Riccardo Rossi

provincia@pec.provincia.brindisi.it

segreteria.presidenza@provincia.brindisi.it

All’Amministratore Unico

Della Società Santa Teresa S.p.A.

Dott. Pino Marchionne

marchionna@santateresaspa.it

santateresaspa@libero.it

Alla Stampa

Loro sedi

Oggetto: richiesta incontro urgente – tavolo interistituzionale – vertenza Santa Teresa –

La crisi aziendale, la Cassa integrazione, la sospensione per il COVID19, quanto tempo ancora devono penare i lavoratori dipendenti della Santa Teresa?

Non vogliamo ripercorrere tutte le varie tappe di malessere dei lavoratori ma questi ultimi mesi sono stati drammatici per l’ASSENZA di RETRIBUZIONE e LAVORO.

. /.

ORA BASTA! i lavoratori gridano LAVORO – DIGNITA’

Occorre immediatamente riprendere le attività lavorative e concretizzare tutti gli impegni presi dalle parti Istituzionali, presso il tavolo della TASK FORCE Regionale, il giorno 29 gennaio 2020. In primis quanto assicurato dal Commissario Straordinario ARPAL, dott. MASSIMO CASSANO, il giorno 29 gennaio 2020, dinnanzi a tutti i soggetti in causa, della sottoscrizione della convenzione PUBBLICO-PUBBLICO, adesso deve trovare immediatamente realizzazione.

Nel merito, il Dott. Cassano riconosceva che i lavoratori dipendenti della Santa Teresa avevano svolto, per anni, un’attività importante per la collettività, nei Centri per L’impiego del territorio di Brindisi; tant’è vero che dopo la loro collocazione in Cassa integrazione il servizio in argomento divenne motivo clamore negativo, perché le TV nazionali, riportavano immagini deplorevoli: persone-utenti costretti a trascorrere le nottate alle porte degli uffici per l’impiego, per il rilascio anche di un semplice certificato.

A solo 10 giorni della fine dell’ammortizzatore sociale i lavoratori non conoscono la loro sorte non è più tempo di aspettare! CHIEDIAMO urgente incontro presso la TASK FORCE Regionale, con tutti i soggetti in indirizzo, e si vada , nello stesso tavolo, alla sottoscrizione dell’agognata convenzione pubblico-pubblico, per implementazione dei servizi dei Centri per l’Impiego e per la definitiva soluzione del personale impiegato nei servizi di pulimento.

I lavoratori sono determinati a mettere in campo ogni forma di lotta anche cruenta tanto da preoccupare le OO.SS. per eventuali disordini di ordine pubblico.

Distinti saluti.

I Segretari Generali Territoriali Brindisi

CGIL                    CISL                           UIL

A. MACCHIA         A. CASTELLUCCI    A. LICCHELLO


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.