BRINDISI.FORZA ITALIA – SIAMO SU “SCHERZI A PARTE”! A BRINDISI SERVONO BEN DUE ASSESSORI PER SPOSTARE IL TIMER DI UN SEMAFORO

Se non fosse una situazione drammaticamente seria, ci sarebbe davvero da ridere nel commentare le azioni dell’Amministrazione Comunale di Brindisi.

Il sindaco Rossi comunica ai Cobas (e non alla sua Giunta o al Consiglio comunale), nel corso di un incontro, che sta per cacciare il dirigente del settore Finanze, mentre due suoi assessori (Brigante e Masiello) fanno emettere addirittura un comunicato stampa per rendere noto di essersi impegnati per spostare niente di meno che il timer di un semaforo nella zona Sciaia!
Del resto, non è la prima volta che Rossi ed i suoi assessori suscitano ilarità. Tempo addietro, infatti, diffusero un altro comunicato stampa per ufficializzare il giorno e l’ora dell’inaugurazione della fermata della motobarca sotto la scalinata del rione Casale. Il tutto, dimenticando che quella fermata esisteva da decenni e che nessuno aveva mai immaginato addirittura di doverla inaugurare!
Nel frattempo, però, il Comune è sull’orlo del fallimento, i servizi sociali non partono, non si hanno notizie sulla fine che faranno i lavoratori della Multiservizi, della mensa scolastica, degli asili nido.
Ma che vuoi che sia…accontentiamoci di un semaforo perché forse è il massimo che questa Amministrazione può dare ai brindisini.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.