Bando START per professionisti, Congedo (FdI):”Dal Governo regionale solo proclami”

Mi unisco all’appello che da settimane arriva dai professionisti pugliesi e, oggi, a mezzo stampa, anche dall’Ordine degli Avvocati leccesi tramite il consigliere Avvocato Giuseppe Gallo, affinché il Governo regionale pubblichi il tanto sbandierato bando “START”.

Una misura che dovrebbe prevedere 125 milioni da destinare a professionisti e partite IVA tramite contributi a fondo perduto per sostenerne la ripartenza dopo il blocco dell’attività dovuto alla crisi Coronavirus. Di questo bando più volte annunciato in pompa magna dal Governo regionale non c’è ancora traccia, sebbene ormai un mese fa il presidente Michele Emiliano ne avesse assicurato la pubblicazione che doveva avvenire entro il 4 giugno per garantire nell’immediato “una boccata di ossigeno concreta per circa 60 mila pugliesi con soglia reddituale sotto i 20mila euro, che si sono impoveriti e sono in difficoltà con la ripartenza”.
 
L’auspicio è che la categoria dei professionisti -che forse più di altre ha subito gli effetti negativi del lockdown e che, come giustamente ha dichiarato il Presidente Emiliano, è stata “dimenticata dal governo nazionale”- non debba subire anche la politica degli annunci fini a se stessi, certamente utili ad animare una conferenza stampa o una diretta social, ma privi di qualsiasi effetto concreto. Al danno della dimenticanza del governo nazionale, la Regione non può far seguire la beffa dell’ennesima promessa mancata.
 
Così Erio Congedo, consigliere regionale di Fratelli d’Italia.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.