Forum Ambiente: MICHELE DI SCHIENA CI HA LASCIATI: AVEVA FONDATO IL FORUM NEL 2001.

È morto a Brindisi, all’età di 86 anni Michele di Schiena, magistrato, presidente onorario aggiunto della corte di Cassazione. Di Schiena era nato a Lecce nel 1934. Commissario di Pubblica Sicurezza dal 1959 al 1967, aveva poi vinto il concorso di magistrato, esercitando le sue funzioni nel settore penale a Catanzaro e poi a Brindisi in quello del lavoro ininterrottamente fino al 1997.

Di formazione cattolica e con una intensa esperienza giovanile nelle Acli in difesa delle ‘tabacchine’ a Lecce, nel post Concilio aveva assunto posizioni progressiste in ambito ecclesiale e di sinistra in quello politico. Iscritto all’Azione Cattolica, era stato presidente diocesano dal 1976 al 1982 e successivamente consigliere nazionale dell’Azione Cattolica per quasi sei anni al tempo della presidenza Monticone verso la quale aveva assunto, fra tante incomprensioni, una posizione critica “da sinistra”. Con l’Azione Cattolica ricordiamo le campagne sulla questione morale in politica, contro la pornografia, per la libertà della chiesa dal potere politico, contro la disoccupazione e l’emergenza abitativa e contro l’emarginazione sociale.
 
Nel 2001 aveva fondato con Carlo De Carlo, Gianni Caputo e altri il Forum Ambiente Salute e Sviluppo che ininterrottamente ogni martedì fino a prima della pandemia esaminava ed interveniva su questioni locali in un’ottica di tutela dell’ambiente della salute e della giustizia sociale. Tra le innumerevoli battaglie sostenute quella contro il rigasificatore, per il piano di emergenza, per le liste di attesa e il servizio sanitario pubblico, contro l’impatto sanitario dell’inquinamento industriale su popolazione e lavoratori del petrolchimico. 
Convinto nonviolento, instancabile nel dialogo, tenace oppositore delle condizioni di ingiustizia, indisponibile alle carriere politiche, lascia un patrimonio di impegno idee e valori che cercheremo di custodire e valorizzare.
 
Gli amici del Forum


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.