BRINDISI.Altri 2 sfratti a parco bove

Il “Comitato residenti di Parco Bove”denuncia altri 2 sgomberi effettuati a Parco Bove oggi , Lunedì 29 Giugno 2020, con l’impiego di decine di macchine di polizia, carabinieri , guardia di finanza, vigili urbani nonostante le leggi sul coronavirus bloccano gli sfratti fino al 30 Settembre .

Una vergogna della Magistratura quella a cui stiamo assistendo perché da oltre un anno è stata istituita  una cabina di regia  presso la Prefettura  di Brindisi che coinvolge forze dell’ordine ,Regione Puglia , Comune di Brindisi , che stava risolvendo pacificamente tutti gli aspetti della vicenda.

Questa mattina la rabbia è aumentata perché si pensava che gli sgomberi in tutto fossero stati i 2 realizzati precedentemente mentre la Magistratura procede su un vecchissimo elenco di abusivi mai aggiornati.

Il Comitato ha discusso in assemblea della gravissima situazione in cui tutti gli abitanti si sentono in odore di sgombero ed hanno di chiedere 2 incontri attraverso il legale Carlo Zecca:

La prima è una richiesta di riunione con il Sindaco a cui chiedere di insistere alla Prefettura per la convocazione della cabina di regia.

Per sostenere la richiesta dell’incontro una delegazione del Comitato sarà al Comune dove lo chiederà direttamente al Sindaco.

Ricordiamo che la prefettura ha sospeso la cabina di regia per coronavirus mentre gli sfratti si possono eseguire, costituendo un pericolo se le persone vanno a dormire in mezzo alla strada.

La seconda è una richiesta del Comitato per una richiesta di incontro con il Magistrato che sta realizzando gli sgomberi, per capire quali sono le sue decisioni in merito a Parco Bove.

Una questione che si stava risolvendo in maniera civile diventata una questione di ordine pubblico, che vergogna!!!!!

 

Referente per il Comitato di Parco Bove  Roberto Aprile


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.