IL SINDACATO DEI BALNEARI DELLA CONFCOMMERCIO SCRIVE ALL’ON. D’ATTIS (FI) PER OTTENERE MODIFICHE AL DECRETO “RILANCIO”

Il Sindacato dei Balneari di Confcommercio della provincia di Brindisi ha inteso sensibilizzare il parlamentare Mauro D’Attis (FI) affinché la Commissione Attività Produttive della Camera dei Deputati possa recepire (in sede di riconversione del cd Decreto Rilancio) alcuni emendamenti ritenuti particolarmente importanti per la categoria dei Balneari.

Tra questi, vi è il differimento al 2033 della scadenza delle concessioni demaniali marittime, impedendo alla pubblica amministrazione di procedere alle attività finalizzate a mettere a gara le porzioni di demanio marittimo in concessione.

Nel rilascio delle concessioni, poi, dovrà esserci il criterio del “caso per caso” per evitare che vi sia un’opera di supplenza della giustizia amministrativa nel caso di inerzia legislativa. Infine, nelle more del complessivo riordino dei canoni relativi alle concessioni demaniali marittime, sarà opportuno sospendere i procedimenti di decadenza per mancato pagamento dei canoni pertinenziali, unanimemente considerati ingiusti e insostenibili.

La Presidente di Confcommercio Brindisi Anna Rita Montanaro ed il Presidente dei Balneari Antonio Monaco chiedono all’on. D’Attis una particolare attenzione, “considerata la grande importanza che il turismo balneare riveste per il territorio brindisino e per la Regione Puglia”.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.