Bari. Arrestato l’autore degli spari all’interno di un esercizio pubblico di Fasano. Era ricercato anche per associazione dedita al traffico internazionale di droga.

I Carabinieri dell’Aliquota Operativa del N.O.R. della Compagnia di Fasano, dopo averlo individuato, hanno rintracciato, in un appartamento di Bari, trasformato in “covo”, DACI Vullnet, 32enne di origini albanesi, residente a Fasano, poiché ritenuto responsabile di porto abusivo di arma da fuoco, danneggiamento ed esplosioni pericolose in luogo pubblico, destinatario di un decreto di Fermo di indiziato di delitto, emesso il 28 giugno scorso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Brindisi.

In particolare, l’uomo, identificato a seguito di serrate indagini, quale autore, il decorso 27 giugno, dell’esplosione di due colpi di arma da fuoco, al culmine di una furibonda lite in strada con alcuni soggetti, avvenuta  all’interno di un noto bar del centro storico di Fasano, in quel momento affollato dai clienti.

I proiettili, miracolosamente, non hanno colpito gli avventori, pur se hanno attinto alcune suppellettili presenti nel locale, mandando in frantumi una vetrata.

Il Daci, nel medesimo contesto è stato tratto in arresto in esecuzione  di ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dalla Sezione G.I.P. del Tribunale di Bari, dal quale era riuscito a sottrarsi, per aver preso parte ad un associazione dedita al traffico internazionale di cocaina e marijuana, dalla cui esecuzione, avvenuta il decorso 30 giugno ad opera di personale della D.I.A. del capoluogo pugliese nell’ambito dell’operazione denominata Kulmi” (dall’albanese testa, vertice) che ha permesso di ricostruire l’attività di gruppo criminale, composto da 37 soggetti dediti al traffico di sostanza stupefacente dalle coste albanesi a quelle italiane. L’individuazione del fuggitivo è avvenuta anche grazie al supporto della Guardia di Finanza di Brindisi.

Il DACI, al termine delle formalità di rito, è stato  tradotto presso la casa circondariale di Bari, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.