Doppia preferenza, Pellegrino: “Italia in Comune vuole la riforma elettorale. Il Consiglio non perda ulteriore tempo”

“Come Italia in Comune crediamo fortemente nella necessità che la Regione Puglia introduca nella legge elettorale la doppia preferenza.

Le istituzioni devono garantire pari condizioni ai candidati di ambo i sessi e una libertà di scelta all’elettorato. La nostra forza politica già otto mesi fa ha presentato una petizione al governatore Emiliano chiedendo tale riforma. Un atto concreto per colmare l’atavico gap uomo-donna nella vita politica del nostro Paese e che produce inevitabili conseguenze sociali.

È vero che sono stati fatti molti passi in avanti in tal senso, si pensi ai Comuni dove la doppia preferenza ha già permesso a moltissime donne di sedere tra i banchi dei Consigli comunali, ma è arrivato il momento che anche la Regione Puglia faccia la sua parte. Senza ulteriori indugi e tatticismi da parte di tutte le forze politiche presenti in Aula. Il prossimo 15 luglio potrebbe esserci un primo segnale con la discussione del tema nella VII Commissione regionale Affari Istituzionali. Dopodiché il Consiglio dovrà indicare tempi certi e rapidi per l’approvazione della riforma (e con voto che dovrà essere palese), evitando che la naturale scadenza della legislatura diventi il comodo paravento di chi in realtà non crede affatto nella doppia preferenza”.

Lo dichiara il presidente di Italia in Comune alla Regione Puglia, Paolo Pellegrino.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.