Doppia preferenza di genere. M5S: “Dopo la nostra proposta di legge Emiliano si ricorda del disegno di legge”

Nota dei consiglieri del M5S

“Dopo 5 anni in cui si è ricordato di proporre di tutto, tranne l’introduzione della doppia preferenza di genere nella legge elettorale, oggi Emiliano si ricorda di quello che doveva essere il suo primo impegno. Stranamente dopo che il M5S ha presentato una proposta di legge per cercare di superare l’impasse causato da una maggioranza come sempre immobile. Peccato che il disegno di legge approvato oggi dalla Giunta, a quanto leggiamo, non preveda che le liste che nella composizione non  rispettino la percentuale prevista di presenza dei due generi, ovvero  60% – 40%, non possano essere presentate, invece della sola sanzione pecuniaria attualmente prevista. Un aspetto che riteniamo fondamentale, visto che in passato è già capitato che i vecchi partiti abbiano preferito pagare la sanzione, piuttosto che rispettare la legge. Come riteniamo fondamentale che nella seduta della VII Commissione del prossimo 15 luglio passi un testo che preveda solo l’adeguamento della legge regionale a quanto stabilito dalla legge nazionale e dai principi della Costituzione, senza cercare di piazzare emendamenti salva poltrone per la sospensione dei consiglieri in caso di nomina ad assessori. Siamo abituati ai giochetti della maggioranza, che anche oggi non si è risparmiata in  Consiglio cercando di far approvare una specie di ‘omnibus’ dell’ultim’ora per distribuire mance e mancette. Emiliano se davvero vuole la parità di genere imponga alla sua maggioranza (o a quello che resta) di non chiedere il voto segreto al momento di votare in aula. Quando ha voluto l’ha fatto senza alcun problema”.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.