*M5S Brindisi: “Consiglio comunale imbarazzante. Rossi chiarisca se è in grado di proseguire”*

I consiglieri pentastellati: “Il sindaco ostaggio delle voglie della sua coalizione. Scandaloso il comportamento di Cellie che in qualità di presidente dovrebbe essere super partes”


“Il consiglio comunale di ieri certifica l’estrema debolezza su cui si regge l’amministrazione del sindaco Riccardo Rossi, ormai appeso alle pressioni sfrenate dei gruppi consiliari di maggioranza alla ricerca di un posto in Giunta. Una situazione imbarazzante, uno schiaffo in faccia alla comunità brindisina, soprattutto in un momento delicato come quello che stiamo vivendo”. Così i consiglieri comunali del MoVimento 5 Stelle di Brindisi, Gianluca Serra, Tiziana Motolese e Paolo Antonio Le Grazie. “La corsa agitata di ieri – continuano – alla ricerca del 17esimo consigliere per mantenere il numero legale necessario al proseguimento della seduta, ha evidenziato tutta la precarietà di Rossi, che con grandissima difficoltà ha portato avanti il consiglio comunale. Dal sindaco abbiamo sentito tante parole, e solo parole, che promettevano un cambiamento radicale rispetto al passato. Noi ci chiediamo come sia possibile attuarlo se il primo cittadino mantiene a stento il numero legale durante un consiglio comunale. Scandaloso sarebbe poi – evidenziano i consiglieri – il comportamento del presidente del Consiglio comunale Cellie, che sconfinando dalle proprie prerogative di figura super partes, avrebbe sollecitato il reperimento del 17esimo consigliere (18esimo se fosse riuscito a calcolare con precisione i presenti). Un comportamento molto grave perché sfacciatamente a favore della maggioranza che se confermato dovrebbe portare alle dimissioni dello stesso per assoluta incoerenza con il proprio ruolo di garanzia.
Sarebbe poi gravissimo se fossero confermate le indiscrezioni sull’arrivo di qualcuno da remoto per evitare a Rossi il disastro più totale, nonostante fosse sul posto di lavoro.
Ora Rossi e la maggioranza chiariscano: sono davvero in grado di mandare avanti la città o dobbiamo aspettarci altri teatrini indegni come quello di ieri, che gettano solo tanto discredito sulle istituzioni cittadine?” concludono i consiglieri.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.