Ostuni (Br).Rapine presso distributori di carburanti. ARRESTATI RAPINATORI

La Polizia di Stato ha concluso una rapida attività di indagine a seguito di talune rapine perpetrate negli scorsi mesi di maggio e di giugno sulla S.S. 379 all’altezza di Villanova di Ostuni presso distributori di carburanti.
In particolare, nel pomeriggio del 29 maggio u.s., ignoti perpetravano due rapine, a distanza di circa 10′ una dall’altra, ai danni delle stazioni di servizio IP ed Esso ubicate, quasi una difronte all’altra, sulla SS 379, in località Villanova di Ostuni. Due uomini col volto travisato ed armati di pistola irrompevano nell’area a bordo di un motociclo, nelle prime ore del pomeriggio, e si appropriavano del denaro, tabacchi e biglietti gratta e vinci sottraendoli ai proprietari. Le rapine commesse il 29 maggio presso la stazione IP e successivamente presso la stazione Esso, ricalcavano il medesimo modus operandi e, inoltre, medesima descrizione veniva fornita dei malviventi.
Nella rapina del 5 giugno, presso il distributore Esso, un uomo travisato da passamontagna e armato di pistola, giungeva presso il distributore a bordo di una FIAT Punto, provento di furto, avvenuto il giorno prima. Ti malvivente sceso dall’auto lasciata in moto la macchina si dirigeva all’interno del bar e, dopo aver asportato denaro e biglietti gratta e vinci (circa 700 euro), alla vista di un furgone portavalori fermatosi nel piazzale, occasionalmente per fare rifornimento, abbandonava l’autovettura e faceva perdere le sue tracce nelle campagne limitrofe. Le indagini hanno consentito di attestare la presenza sui luoghi delle rapine la fidanzata, la madre e il compagno di quest’ultima. In particolare è emerso in modo chiaro che la MARASCHIO e la EPIFANI fossero a bordo di un’auto dalla quale monitoravano il teatro dei fatti unitamente al CORDELLA che si trovava a bordo di un’altra autovettura, tutti con il compito di guidare l’azione dell’esecutore materiale della rapina.

ARRESTATO ANCHE IL SOGGETTO CHE SI ERA SOTTRATTO ALLA ESECUZIONE DEL PROVVEDIMENTO

Nella tarda mattinata odierna, presso la Casa Circondariale di Foggia, si costituiva anche l’ottavo soggetto destinatario della misura cautelare eseguita ieri per l’assalto al portavalori della “Cosmopol” del 18 gennaio 2018.
Il 64enne foggiano Ciro IMPERIO si consegnava, infatti, direttamente al carcere di Foggia dopo essere stato attivamente ricercato dalla Squadra Mobile brindisina in collaborazione con quella del capoluogo Dauno, ponendo così termine alla sua breve latitanza.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.