BANDO START, FDI:”REGIONE DIMENTICA GLI ULTIMI. ENNESIMA OCCASIONE PERSA PER DIMOSTRARE EFFICIENZA”

Dichiarazione dei consiglieri regionali di Fratelli d’Italia Erio Congedo, Giannicola De Leonardis, Luigi Manca, Renato Perrini, Francesco Ventola e Ignazio Zullo

“Procedura di inserimento farraginosa, nessuna risposta da chi si occupa del sistema operativo, dati personali in chiaro sul sito; e poi le promesse disattese: “Vicinanza concreta, nessuno resterà escluso”. Il bando Start -pensato dalla Regione Puglia per i professionisti esclusi dalle misure di aiuti del Governo nazionale- è un vero disastro: tantissimi pugliesi in queste ore stanno denunciando l’assenza degli aiuti proprio per quei lavoratori occasionali senza partita Iva, non iscritti alla Gestione Separata che, nel bando, risulta essere invece proprio un requisito di ammissibilità.

“Un consueto caso di proclama e di contraddizione di questo governo regionale che, sebbene di centrosinistra, dimentica sempre gli ultimi, i più bisognosi. Di fatto con il bando Start, quindi, si vanno ad aiutare le categorie che hanno già ricevuto gli aiuti del Governo nazionale e non anche coloro che hanno un reddito al di sotto dei 5.000€ e che, in virtù di questo, dovrebbero essere tutelati più degli altri.

“Auspichiamo un’immediata revisione sia del bando sia della procedura di partecipazione. Nel frattempo si è persa un’altra occasione di mostrare l’efficienza di questo governo regionale”.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.