Sanità, Pellegrino: “Sì a mio emendamento per presenza farmacisti in case di cura e istituti di ricovero”

“Una norma che stabilisce un principio di civiltà e di equità professionale, a tutela e garanzia non solo della categoria dei farmacisti, ma soprattutto dei pazienti”.

Esprime piena soddisfazione il presidente di Italia in Comune alla Regione Puglia e vice presidente della III Commissione Sanità, Paolo Pellegrino, per il suo emendamento – firmato anche daI consiglieri regionali Antonio Nunziante, Mauro Vizzino, Pino Romano e Mino Borraccino – “Norme per l’utilizzo dei farmaci nelle strutture pubbliche e private”.

L’unico articolo prevede che negli istituti di ricovero, nei Sert e nelle case di cura ove sono utilizzati farmaci, l’approvvigionamento, la conservazione, l’allestimento e la distribuzione degli stessi deve avvenire sotto la responsabilità di personale farmacista in possesso di abilitazione all’esercizio professionale e iscritto al relativo ordine professionale.

“Significa – spiega Pellegrino – che ciascun farmaco deve essere maneggiato e somministrato sotto la super visione di un farmacista, una circostanza quanto mai attuale e necessaria alla luce dell’emergenza pandemica. E questa norma tende anche a valorizzare la categoria aprendo la strada a tantissimi giovani neolaureati in Farmacia. Al tempo stesso laddove la presenza di questa figura professionale all’interno delle strutture private e accreditate causerà degli aggravi di spesa, occorrerà tener conto della necessaria rideterminazione delle tariffe. Lo ripeto, è una questione di civiltà che andava risolta perché quando si parla di farmaci e di salute c’è in ballo la vita delle persone e la responsabilità professionale degli operatori sanitari. Naturalmente – conclude Pellegrino – questa nuova legge afferma un principio fondamentale la cui concreta applicazione necessiterà dell’emanazione di apposite norme regolamentari da parte del governo regionale”.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.