Latiano (Br).Salvatore De Punzio: «Lo sport è al centro della mia idea di città».

Continua in questi giorni a prendere forma presso il glorioso Campo Sportivo Comunale di Latiano il sogno di avere un campo in erbetta, rinnovato negli spazi e nelle funzionalità.


Tale intervento affonda le sue radici in un’iniziativa inserita nel piano triennale delle opere pubbliche risalente al 2013, che prevedeva in primissima battuta la definizione della vicenda del cosiddetto “Palazzetto dello sport”. Con lo stesso progetto, l’anno successivo, si sarebbe passati alla ristrutturazione del Campo sportivo e, nel terzo anno, l’individuazione e l’avvio dei lavori per la realizzazione della cosiddetta palestra polivalente.

«Questi progetti hanno avuto seguito con l’attuale amministrazione – spiega il candidato sindaco Salvatore De Punzio – anche grazie al contributo del sottoscritto, rivelatosi determinante. Molto presto infatti Latiano avrà un campo in erbetta sintetica e le società sportive che lo potranno calcare avranno la possibilità, anche grazie a questa importante infrastruttura, di riportare il calcio a Latiano ai livelli che le competono.

Sono un appassionato di calcio, tanti anni fa ho giocato in quel campo da calciatore dilettante e ancora oggi mi emoziono quando entro in quella struttura. Perciò, aver contribuito a riportarla in condizioni di pregio, nonostante le critiche delle opposizioni che oggi parlano di sport, è per me motivo di vanto.

Sono convinto che non solo vada completata quella struttura, ma che tanto si potrà fare grazie ad altri due progetti già approvati dalla Regione Puglia. Il primo riguarda la realizzazione delle tribune e la creazione di nuovi spazi a uso polifunzionale; il secondo invece riguarda altre importanti infrastrutture sportive da realizzare in collaborazione con i privati, creando un circuito virtuoso come è accaduto per lo splendido esempio di recupero di un’area degradata quale il vecchio palazzetto. Come in molti sanno infatti, è in corso una importante riqualificazione da parte dei ragazzi del “Circolo Tennis Latiano”, associazione vanto non solo di Latiano, ma della intera provincia di Brindisi e della Regione Puglia nel panorama sportivo.

A mio giudizio – continua De Punzio – dopo che si è già individuata in consiglio comunale l’area nella zona adiacente Via Salento come un’area su cui potere realizzare una struttura polivalente, si può già da ora pensare, senza prevedere progetti faraonici, di attingere al credito sportivo o di accendere un mutuo con cassa depositi e prestiti, per realizzare una struttura tensostatica polivalente per il basket e la pallavolo e una tribuna di circa 100 posti. Ciò può essere fatto immediatamente, ma non basta.

La mia idea è che dal connubio pubblico-privato, interloquendo con imprenditori che vogliano investire e avendo l’autorevolezza per farlo, si possano trovare le risorse per la realizzazione di nuove strutture, a servizio dell’Atletica leggera, tanto praticata a Latiano e che potrebbe avere finalmente un impianto adeguato e non pezzi di altri impianti. Questo sarebbe possibile partendo dall’impiego di risorse contenute, sulla base di una convenzione con un privato che faccia un investimento in cambio per esempio di un’area o di un contributo alle spese di gestione. Così, anni fa, fu realizzata la piscina comunale a Latiano mentre altri centri a tutt’oggi non ne sono dotati.

Il Calcio è uno tra gli sport più praticati e amati, bisogna fare in modo che la struttura in via di costruzione sia gestita con efficienza così da dare lustro sportivo a Latiano, ma soprattutto che possa essere luogo di aggregazione per tanti giovani. Anche il Tennis, autentico fiore all’occhiello di Latiano, l’atletica con le sue due società presenti, la Pallavolo, la Pallacanestro e le arti marziali, nonché tutte le altre discipline, devono essere al centro della nostra idea di Città. Questo è un concetto che mi hanno in pratica imposto i tanti giovani che sono accanto a me nella stesura del programma.

Da candidato sindaco – conclude De Punzio – così come è sempre stato negli anni, perché non bisogna parlare di sport solo in campagna elettorale, per me questa è regola, se verrò eletto aprirò subito un dialogo proficuo con le associazioni sportive, progettando le soluzioni più veloci per venire incontro alle loro esigenze, pensando per esempio all’allestimento di una “Cittadella dello Sport” nella zona del campo sportivo laddove possono coesistere strutture sportive all’avanguardia e verde attrezzato per l’attività all’aria aperta, ma pensando come dicevo prima a strutture private in diverse zone del paese che possano nascere con la collaborazione del pubblico e far coesistere quindi i bilanci risicati con le opportunità che possono venire dal privato in un esempio virtuoso di sussidiarietà.

Chi mi conosce sa che lo sport è al centro della mia idea di città, non solo in campagna elettorale».


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.