Rinnovo contratto sanità privata. Galante (M5S): “Regione proceda all’adeguamento delle tariffe”

“Gli operatori della sanità privata non possono essere trattati come lavoratori di serie B. Parliamo di professionisti che da 14 anni attendono il rinnovo del contratto e non vedono riconosciuta la loro professionalità.

Durante l’emergenza Covid li abbiamo chiamati eroi, per poi tornare a dimenticarcene. Nell’audizione in Commissione Sanità lo scorso 25 giugno AIOP e ARIS avevano chiaramente detto che senza un adeguamento delle tariffe e l’aumento del tetto di spesa del 2% la preintesa raggiunta in Conferenza Stato – Regioni sul rinnovo contrattuale, non si sarebbe concretizzata a luglio in una intesa. Lo ripetiamo ancora una volta: bisogna aprire una discussione seria sulla sanità privata in Puglia,  perché è inaccettabile che le strutture private AIOP – ARIS dicano che senza adeguamenti delle tariffe non saranno aumentati gli stipendi ai lavoratori. Peccato che la Regione Puglia continui a restare immobile”. Lo dichiara il consigliere del M5S Marco Galante, che ha inviato una nota alla presidenza della Regione per chiedere di procedere all’adeguamento delle tariffe, rendendo disponibili le risorse economiche utili alla copertura in quota parte degli oneri derivanti dal rinnovo contrattuale, in conformità degli impegni assunti con la deliberazione della Conferenza Regioni e Province autonome del 17.10.2019.

Il Ministero della Salute con nota del 2/7/2020 ha chiarito che le regioni non in piano di rientro possono prevedere tariffe superiori a quelle di cui al D.M. 18.10.2012, mentre quelle in piano di rientro possono aumentare le tariffe fini al massimo stabilito nel D.M. del 2012 citato purchè sussista l’equilibrio di bilancio.

“Da mesi seguiamo la vicenda dei lavoratori della sanità privata – continua Galante – e  appoggiamo pienamente i sindacati confederali che hanno indetto un’assemblea mercoledì 29 in Prefettura a Taranto per tornare a chiedere ancora una volta il rinnovo del contratto collettivo e hanno richiesto un incontro con il Prefetto. Montanaro deve convocare al più presto tutte le parti in causa per assicurare una soluzione positiva della vertenza. La Regione non può restare immobile”.  


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.