Doppia preferenza di genere. M5S: “Destra e sinistra prima affossano la legge e ora si ergono a paladini delle donne”

Nota dei consiglieri regionali del M5S sulla doppia preferenza di genere

“Il Governo ha dato l’ennesimo ultimatum alla Regione, che purtroppo continua a finire sulle cronache nazionali solo per i danni fatti: auspichiamo ora un maggior senso di responsabilità da chi ha presentato 2000 emendamenti pur di non far passare il provvedimento e da chi ha preferito fuggire dall’aula invece di arrivare in fondo alla votazione. Aspettiamo la convocazione della nuova seduta del Consiglio Regionale, augurandoci che la poltrona di Lopalco non valga più delle donne pugliesi. Leggendo le dichiarazioni di centrodestra e centrosinistra sulla doppia preferenza di genere ci viene però il dubbio di essere in una candid camera. Tutti a ergersi paladini delle donne, quando hanno affossato il disegno di legge perché hanno paura delle donne in politica e, soprattutto delle liste che potrebbero saltare se passasse l’inammissibilità di quelle che non rispettano la percentuale prevista di presenza dei due generi, ovvero 60% – 40%, invece della sola sanzione pecuniaria attualmente prevista che destra e sinistra preferiscono sistematicamente pagare. Chiediamo però a destra e sinistra, dopo l’indecoroso spettacolo offerto in aula, di non mercanteggiare sulle percentuali nelle liste e di non infilare nel provvedimento improbabili giochi dell’oca tra assessori e consiglieri.  Dopo 5 anni di una legislatura fallimentare i pugliesi non meritano anche questo”.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.