ARESTA (M5S) RICORDA VITTIME PUGLIESI STRAGE BOLOGNA: “GIUSEPPE, SILVANA, PATRIZIA, SONIA, FRESA, VITO, ERRICA E CESARE NON DIMENTICHIAMO LE LORO STORIE”

Il parlamentare pugliese del MoVimento 5 Stelle nel 40° anniversario della strage di Bologna, ricorda, con questa dichiarazione stampa, le otto vittime pugliesi del 2 agosto 1980

“L’orologio della stazione con il vetro in frantumi si è fermato alle ore 10 e 25, l’ora dello scoppio. Quarant’anni fa, il 2 agosto 1980, una bomba vigliacca ed assassina spazzava via in un colpo solo 85 vite e ne feriva oltre 200. La stazione di Bologna in macerie, la sala d’aspetto posta in prossimità del binario n. 1 praticamente cancellata. Sono quarant’anni che i familiari delle vittime chiedono di conoscere i nomi dei responsabili di quella feroce mattanza. Chiedono giustamente di sapere quale progetto eversivo c’era dietro chi senza alcuno scrupolo ha seminato la morte tra i viaggiatori di un giorno d’estate in quello che rappresenta lo snodo ferroviario più importante d’Italia. L’Italia democratica reagì a quell’ennesima strage, ma quella ferita è ancora aperta e chiede giustizia. La memoria è fondamentale per la Nazione e non solo per i sopravvissuti o per i familiari delle vittime. La memoria è in primo luogo ricordare quelle vite di uomini e donne perbene, ricordare da dove venivano, cosa facevano, quali erano i loro sogni e progetti. Delle 85 vittime otto erano pugliesi. Le voglio ricordare qui perché anche la nostra terra pagò a quella strage un prezzo doloroso e pesante. A Giuseppe, Silvana, Patrizia, Sonia, Vito, Fresa, Errica, Cesare ed a tutte le altre vittime della strage di Bologna rinnoviamo il nostro impegno per la verità e la giustizia. Sulla mia pagina Facebook ho pensato di pubblicare una breve biografia di ciascuna delle vittime pugliesi tratte dal lavoro di raccolta fatto dall’Associazione parenti delle vittime della strage alla stazione di Bologna del 2 agosto 1980.”


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.