Autismo, Pellegrino: “Asl di Lecce accolga appello delle famiglie per convenzione con Amici di Nico”

“La Asl di Lecce accolga l’accorato appello delle famiglie della onlus “Gli Amici di Nico”. Occorre che la struttura, già accreditata, sia convenzionata con la Regione Puglia per far sì che i genitori dei soggetti autistici possano trovare il giusto ristoro delle spese sostenute.

Questa realtà ha dimostrato di saper correttamente gestire e affrontare le necessità legate ai disturbi dello spettro autistico e nonostante la disponibilità a venire incontro alle richieste con rette accessibili, in molti casi ci sono famiglie impossibilitate a sostenere questi costi. Prendersi cura di un figlio autistico significa non solo garantire il giusto supporto psico-fisico ma anche prevedere delle spese per la sua rieducazione e formazione all’interno di realtà specializzate. Per questo sono al fianco delle famiglie, condivido le loro legittime istanze e me ne farò portavoce affinché in tempi rapidi si possa arrivare a una soluzione che contempli le giuste esigenze di tutti i soggetti coinvolti. La Regione Puglia deve continuare a sostenere questi bisogni spesso dimenticati dal sistema sanitario nazionale”.

Lo dichiara il capogruppo di Italia in Comune alla Regione Puglia e vice presidente della III Commissione Sanità, Paolo Pellegrino.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.