Libano. Regimenti (Lega): “Solidarietà anche a libanesi che vivono in Italia”

“Il disastro dell’esplosione che a Beirut ha causato 135 morti, più di 5mila feriti e almeno 300mila sfollati non lasci il Governo italiano insensibile di fronte a una tragedia che presenta ancora molti lati oscuri.

Il ministro degli Esteri e della Cooperazione internazionale Di Maio afferma di voler aiutare ‘gli amici libanesi’, ma nel frattempo il presidente francese Macron è già a Beirut per manifestare la sua solidarietà. L’Italia vada oltre la vicinanza di circostanza e si attivi nel concreto, con sostegni logistici e umanitari, offrendo la massima collaborazione anche alle migliaia di cittadini libanesi che vivono in Italia e che cercano di informarsi sulla situazione che ha sconvolto la capitale del loro Paese. Anche a loro va la massima solidarietà per questo drammatico evento”. Lo afferma la parlamentare europea della Lega Luisa Regimenti, in merito all’esplosione avvenuta al centro di Beirut, capitale del Libano e che sarebbe stata provocata da 2750 tonnellate di nitrato di ammonio immagazzinate in un deposito nella zona del porto.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.