Mesagne, acquisite alcune aree pubbliche con delibera di Consiglio comunale

Si può procedere con l’allaccio di acqua e fogna

Il Comune di Mesagne ha proceduto con l’acquisizione gratuita al patrimonio comunale dell’area di sedime destinata a prolungamento delle vie San Giuseppe da Copertino, Favalogna e Palmanova.

L’annessione al patrimonio pubblico di tale aree ha un’importanza rilevante, che è correlata alla deliberazione dell’Autorità Idrica Pugliese dello scorso gennaio, l’Ente che da giugno mi onoro di presiedere. Si potrà finalmente intervenire per garantire utenze idriche e fognanti in zone urbanizzate che patiscono le problematiche legate all’assenza di tali servizi essenziali”, ha spiegato il sindaco Toni Matarrelli. Il tratto complessivo include oltre 640 metri di lunghezze, che saranno interessati dall’allaccio di rete idrica; altrettanti ne sono previsti per quelli della rete fognaria. A tali estensioni si sommano altri 150 metri circa, che includono via San Lorenzo e via Chiesa, anche queste incluse nella delibera di AIP n. 18 del 31 gennaio 2019 che ratifica gli estendimenti. “Il Consiglio direttivo di AIP ha approvato il quadro esigenziale di interventi di infrastrutturazione idrico-fognaria rappresentato dalle Amministrazioni comunali. Tra questi, quelli avanzati dal Comune di Mesagne che potrà dare avvio alla realizzazione delle necessarie opere di urbanizzazione in specifiche zone tipizzate dal Piano regolatore generale”, ha specificato il vicesindaco Giuseppe Semeraro nella relazione in Consiglio.

Il provvedimento interviene per la risoluzione delle criticità legate al rilascio dei permessi di costruzione nelle aree interessate.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.