BRINDISI.Giornata conclusiva di “Insieme in barca a vela”, emozioni condivise e tanto divertimento

Si è tenuto sabato 8 agosto presso il porto turistico Marina di Brindisi l’incontro conclusivo  del progetto “Insieme in barca a vela” ideato da GV3 a Gonfie Vele Verso la VitaANGSA Brindisi, E. MEDEA La Nostra Famiglia e la cooperativa AMBARABA’ .

I ragazzi protagonisti dell’iniziativa hanno prima partecipato ad un’emozionante veleggiata imbarcati su Baron, Flamenco ed Eribeth, successivamente si sono riuniti in un incontro dove ciascuno ha potuto raccontare e condividere sensazione ed emozioni.

Il progetto prevedeva  l’attivazione di esperienze socializzanti e ricreative in barca per soggetti con disturbi dello spettro autistico, aiutati dai ragazzi della cooperativa AMBARABA’  Al fianco di questi giovani anche i loro genitori e tutor, con il coordinamento dei volontari Gv3.

La vita in barca a vela ha favorito un forte legame tra i ragazzi riempendo di gioia i nostri cuori”, questo il pensiero comune dei genitori che pazientemente e puntualmente hanno accompagnato i ragazzi ad ogni imbarco sin dal 2 febbraio scorso. Questo è stato possibile grazie alla disponibilità di Baron, un’imbarcazione di 15 metri confiscata alla criminalità e assegnata alla nostra associazione. Una barca che da circa due anni permette di rendere felici tanti ragazzi.

La ASL Brindisi, il Comune di Brindisi oltre a patrocinare il progetto con CSV Brindisi/Lecce, hanno fatto sentire la propria vicinanza attraverso i loro rappresentanti che hanno partecipato sia all’incontro di apertura e a quello di chiusura.

Noi istituzioni abbiamo il dovere di promuovere il diritto ad essere deboli – ha affermato Alessandro Saponaro della ASL di Brindisi (dipartimento salute mentale)  – un bel vento ed una bella atmosfera hanno creato l’occasione di unire amicizia e divertimento al lavoro”. Intervenuto anche l’assessore alla Legalità del Comune di Brindisi Mauro Masiello  che ha espresso la totale vicinanza dell’amministrazione comunale ad iniziative volte alla solidarietà.

Piena soddisfazione anche dalla presidente ANGSA (associazione nazionale genitori soggetti autistici) Lucia Elena De Lorenzis che insieme al presidente di GV3 Giancarlo Laus pensano già al prossimo progetto, con il ritorno in barca di tutti i ragazzi  per rivivere ancora una volta la meravigliosa avventura.

Durante l’incontro, fondamentale l’intervento di  Luigi Russo del Centro E. Medea La Nostra Famiglia che molto allegramente ha raccolto tutte le impressioni dei ragazzi. I loro racconti hanno lasciato il segno nel cuore di tutti i presenti.

La realizzazione del progetto è stata possibile grazie al supporto del Marina di Brindisi che è sempre al fianco di GV3 in tutte le iniziative, offrendo a Baron un ormeggio in un porto sicuro e confortevole. Grazie anche a Fondazione Puglia per il suo sostegno economico.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.