OPERAZIONE “MARE SICURO 2020” CONTROLLI E SANZIONI

E’ stato un ferragosto intenso, quello vissuto dagli uomini e dalle donne della Guardia Costiera del Compartimento marittimo di Brindisi, impegnati lungo le coste e sul mare della Provincia, per garantire la sicurezza della navigazione e delle attività balneari in favore di quanti hanno scelto le nostre acque per trascorrere le proprie vacanze.

La Guardia costiera, nell’occasione, ha ulteriormente intensificato i controlli in mare e sulle spiagge a salvaguardia della vita umana e a tutela dell’ecosistema marino, attraverso un dispositivo operativo che, dall’inizio della stagione estiva, nell’ambito dell’operazione nazionale “Mare Sicuro”, vede operare gli uomini e le donne della Capitaneria di porto, con l’ausilio di mezzi navali, terrestri ed aerei.

In questi ultimi giorni si è rilevato un ulteriore incremento delle presenze turistiche e la Capitaneria ha in egual misura intensificato l’attività di vigilanza in mare ed a terra. Anche nei prossimi giorni, i controlli proseguiranno con sempre maggior sforzo fino al termine della stagione estiva perché con l’aumentare delle presenze, aumentano anche le violazioni e gli illeciti. Nella giornata odierna, i militari della Sezione Polizia Marittima della Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di Brindisi, a seguito di numerose segnalazioni giunte in Capitaneria, sono intervenuti nella località marittima di Specchiolla del Comune di Carovigno provvedendo a sgomberare alcune attrezzature abusive dalla spiaggia libera per restituirla alla libera fruizione da parte di bagnanti e dei turisti. In particolare, ignoti avevano allestito sulla spiaggia, un’area pic-nic con il posizionamento di due ampi gazebo ancorati, tre tavoli ed un barbecue. La norma che disciplina l’uso del demanio marittimo in Puglia è l’Ordinanza Balneare della Regione Puglia, in virtù della quale sulle coste pugliesi è vietato, tra l’altro, “accendere fuochi fare uso di fornelli ed allestire pic-nic con tavoli sedie in aree non allo scopo autorizzate. Tutto il materiale è stato rimosso e sequestrato dai militari intervenuti.

Nel corso del pattugliamento da parte dei mezzi navali della Guardia Costiera, sono stati sanzionate numerose imbarcazioni da diporto che sostavano o navigavano nella fascia dei 200 metri dalla costa, zona destinata esclusivamente alla balneazione. Inoltre, in questi giorni l’attività dei mezzi navali si sta concentrando anche sul fenomeno sempre più diffuso del noleggio abusivo e trasporto non professionale di passeggeri.

L’attività rientra nell’operazione estiva Mare Sicuro disposta, dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto su tutto il territorio nazionale con lo scopo di assicurare la tutela dei bagnanti e dei diportisti e, più in generale, garantire elevati standard di sicurezza nel settore turistico-balneare. In questa ottica, il personale della Guardia Costiera è impegnato, quale ulteriore obiettivo dell’operazione, nella costante vigilanza finalizzata a garantire la corretta fruizione delle spiagge libere e del demanio marittimo, mare incluso, proprio per scongiurare ogni forma di abuso in danno della collettività.

Per informazioni il personale della Capitaneria di porto – Guardia Costiera di Brindisi è sempre disponibile al numero 0831521022 e mail cp.brindisi@mit.gov.it, mentre permane attivo 24 ore su 24, 7 giorni su 7 il numero blu 1530 da utilizzarsi esclusivamente per segnalare eventuali emergenze in mare.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.