BRINDISI.Oggiano(FDI):ENNESIMA BEFFA PER LA SANITA’ BRINDISINA: TEST SIEROLOGICI COVID-19 ANNULLATI…EMILIANO E ROSSI SE CI SIETE BATTETE UN COLPO

Unica Asl della regione Puglia che non effettua la sierologia anti Covid-19  e forse unica in Italia. Val la pena ricordare che l’indagine sierologica serve anche a stimare la diffusione del virus sull’intera popolazione italiana e nello specifico brindisina; attraverso il test sierologico (che consiste in un prelievo di sangue) è possibile individuare le persone che sono entrate in contatto con il virus e hanno sviluppato anticorpi, anche in assenza di sintomi.

I test sierologici sono quindi uno strumento importante per stimare la diffusione dell’infezione in una comunità. Da aprile avevano iniziato a fare la ricerca degli anticorpi anti Covid-19 (IGG  e IGM) al laboratorio dell’ospedale di Francavilla Fontana  ma subito bloccata dal Direttore Generale dell’ASL di Brindisi senza una valida giustificazione e con la scusa che tale servizio avrebbe dovuto farlo l’ospedale  “Perrino“ cosa che ancora a tutt’oggi non è avvenuta. Ma ancora peggio: sono in giacenza presso l’ospedale di Francavilla Fontana la parte di reattivi comprati per fare gli anti Covid-19 per un valore di circa 40.000 € che non possono essere utilizzati poiché l’analizzatore è stato disattivato e rinviato alla ditta produttrice.  Così i cittadini della Asl di  Brindisi sono costretti a rivolgersi ai laboratori privati pagando 25 € se vogliono conoscere la propria situazione immunologica per il virus Covid-19  e se sono immuni o no. Stesso discorso per i ricoverati negli ospedali della Asl di Brindisi. E così a nulla sono valse le raccomandazioni  e le circolari del Governo per conoscere la situazione immunologica dei cittadini della Asl di Brindisi. Dopo la gestione fallimentare dell’emergenza sanitaria Covid-19 da parte della Regione Puglia guidata da Emiliano e dalla Direzione Generale dell’ASL di Brindisi presso le strutture sanitarie in provincia di Brindisi (partendo da quella peggiore riscontrata presso l’ospedale Perrino diventato esso stesso focolaio epidemiologico grazie a scelte scellerate ed irresponsabili del duo Emiliano-Pasqualone con il complice silenzio del Sindaco di Brindisi Rossi), dopo lo spreco di risorse pubbliche con l’attivazione di una unità prefabbricata mobile di terapia intensiva da 24 posti nei pressi della camera mortuaria dell’ospedale Perrino quando si sarebbero potuto investire tali risorse all’interno dello stesso Perrino nel reparto dedicato di terapia intensiva con lavori appaltati e fermi da cinque anni!!, dopo le criticità riscontrate dall’attivazione delle USCA (Unità Speciali Continuità Assistenziale) per tutti i pazienti Covid non ospedalizzati, dopo l’atavico problema delle interminabili liste d’attesa per une esame clinico o una visita specialistica, dopo la chiusura dei laboratori analisi in provincia compreso quello presente nell’ex ospedale Di Summa di Brindisi ora si aggiunge anche la mancanza del servizio diagnostico sierologico Covid-19 utilizzabile se non rivolgendosi a laboratori privati. Su questo ennesimo disservizio dell’ASL di Brindisi la Direzione Generale e quella Sanitaria non forniscono chiarimenti.

Presidente Emiliano e Sindaco Rossi se ci siete battete un colpo!


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.