Ostuni. Tenta il suicidio nella notte ingerendo farmaci, salvato grazie alla tempestività degli operatori della Centrale Operativa di Brindisi che hanno localizzato l’uomo, consentendo l’immediato intervento dei soccorsi.

Nel corso della notte, un uomo di 50 anni di Brindisi, dopo aver ingerito dei farmaci, ha palesato, in forma anonima, i propri intenti suicidari mediante una telefonata al numero di pronto intervento “112”.

Gli operatori di turno alla Centrale Operativa dei Carabinieri di Brindisi, mediante rapidi accertamenti tecnici, sono riusciti tempestivamente a localizzare il richiedente all’interno di un villaggio turistico di Ostuni e hanno immediatamente attivato e coordinato i servizi di emergenza, i Vigili del Fuoco, gli operatori del 118, nonché una pattuglia della locale Stazione, che hanno soccorso l’uomo, successivamente trasportato, non in pericolo di vita, presso l’ospedale di Brindisi, per le cure del caso.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.