Forza Italia – Mobilità passiva sanitaria: grazie alla politica fallimentare di Emiliano, ancora una volta bollino nero per la Puglia

Anche quest’anno segno meno sul saldo della mobilità passiva, così come confermato dal nuovo report della Fondazione Gimbe.


I cittadini pugliesi sono costretti a curarsi in altre regioni, nonostante le numerose eccellenze presenti nei nostri territori, a cui si aggiungono disagi socili e costi di trasporto e alloggio sostenute dalle famiglie pugliesi.
La mobilità passiva, ossia la voce di debito che rappresenta l’indice di fuga da una Regione (Puglia +7,3), è ancora alle stelle.
Nel 2018, si registra una situazione emblematica per molte regioni del sud ed in particolare per la Puglia con un saldo, così come definito dalla stessa Fondazione Gimbe, ‘negativo rilevante’ pari a 206,4 milioni di euro (mobilità passiva).
I saldi sono stati calcolati a partire dai dati economici aggregati in crediti, debiti e relativi saldi, quale parte integrante dell’Intesa Stato-Regioni dello scorso 31 marzo.
La politica fallimentare del Presidente Emiliano emerge in tutti questi numeri e nella evidente mancanza di coraggio di fare scelte valide di programmazione sanitaria in grado di garantire servizi appropriati, perseguendo così il miglioramento della qualità delle prestazioni, la facilitazione dell’accesso alle cure in tutto il territorio regionale, una gestione delle liste d’attesa accettabile e rispettosa della dignità dell’essere umano, l’innovazione tecnologica almeno nei centri di riferimento regionali.
Basta fumo negli occhi, basta promesse elettorali. I cittadini pugliesi meritano risposte concrete. Meritano di accedere al Sistema Sanitario Regionale usufruendo di un’assistenza adeguata, così come avviene in molte realtà del nord.
Emiliano non è stato in grado di rafforzare la sanità pugliese, lo confermano i numeri.
E i pugliesi sceglieranno di mandarlo a casa.

Coordinamento cittadino Forza Italia Brindisi


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.