Fasano (Br).Individuato e denunciato il vandalo che ha appiccato il fuoco alle corone di fiori, poste sotto la stele in memoria di Franco Zizzi

L’autore dello scellerato atto vandalico compiuto questa notte dinnanzi agli uffici comunali, quando è stata rotta la porta di vetro dell’ufficio anagrafe ed è stato appiccato il fuoco alle corone di fiori, poste sotto la stele in memoria di Franco Zizzi, il poliziotto della scorta di Aldo Moro barbaramente ucciso dalle Brigate Rosse in via Fani, ha già un volto ed un nome.

Si tratta di L.A., 38enne di Cisternino, già sottoposto alla misura di sicurezza della libertà vigilata, per danneggiamento seguito da incendio e danneggiamento aggravato.

I Carabinieri della Sezione Radiomobile del N.O.R. della Compagnia di Fasano hanno celermente individuato e rintracciato il colpevole e da una prima ricostruzione dei fatti, non vi sarebbe nessuna motivazione o finalità politica/ideologica al vile gesto, ma si tratterebbe solo di un atto vandalico di uno sconsiderato.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.