SCUOLE PARITARIE, ON. FITTO: “PLURALISMO EDUCATIVO BISTRATTATO IN QUESTI ANNI PER POSIZIONI IDEOLOGICHE. NOI INVERTIREMO LA ROTTA”

Dichiarazione del candidato presidente del centrodestra, l’on. Raffaele Fitto, che oggi è stato intervistato dai rappresentanti delle scuole paritarie durante la video riunione organizzata da Cism Usmi Scuola Puglia.

“In questi anni, il pluralismo educativo è stato messo all’angolo per evidenti e cristallizzate posizioni ideologiche del centrosinistra pugliese. Il risultato oggi è che molte scuole paritarie della nostra Regione rischiano la chiusura e versano in condizioni di grande difficoltà con danni non solo alle famiglie, ma anche a tutti i dipendenti e alla tenuta dell’intero sistema educativo. In caso di vittoria alle regionali, come tutti auspichiamo, per prima cosa convocher? un tavolo con i rappresentanti delle scuole private per condividere non solo gli interventi utili a “rattoppare gli strappi” provocati dall’indifferenza di Emiliano, ma anche per decidere insieme la linea da seguire nella programmazione 2021/2027. In questi anni, la Puglia ha brillato per assenza in sede di Conferenza Stato-Regioni, ovvero il luogo dove si stabiliscono i criteri di riparto del Fondo Sociale Europeo e di tutte le risorse. I risultati sono quelli sotto gli occhi di tutti: ci insedieremo presumibilmente ad ottobre e, sebbene ad anno scolastico già inoltrato, cercheremo di rimediare agli errori della Regione. Ho assunto, in questi anni, una posizione ben precisa e molto chiara su questo fronte: noi crediamo nell’essenzialità del dualismo tra scuola pubblica e paritaria e tradurremo gli impegni assunti anche oggi in azioni concrete quando guideremo la nostra Regione”.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.