BRINDISI.Presentata questa mattina nella Sala Guadalupi la “bottiglia celebrativa “.

Sempre più “aria di Giro d’ Italia “ a Brindisi, presentata questa mattina nella Sala Guadalupi la “ bottiglia celebrativa “. Il cav. Angelo Ruggiero : “ Si è avverato un sogno, dopo 49 anni “..

9 ottobre 2020, sicuramente tutti i brindisini ( ma non solo) scriveranno e coloriranno di rosso , sul loro calendario, una data che rimarrà storica per la città, il territorio, la comunità : un’ arrivo di tappa del Giro d’ Italia a Brindisi, dopo ben 49 anni.

E in città si sente sempre più “ aria di Giro”, con iniziative, celebrazioni, manifestazioni, biciclettate, nonostante, sotto il profilo organizzativo e delle tempistiche, il CoronaVirus “ abbia purtroppo lasciato il segno “. La “ macchina organizzativa”, già partita da diverso tempo, insieme all’ impegno quotidiano da parte dell’ Amministrazione Comunale , il Comitato di Tappa, le varie associazioni, le risorse umane e competenze coinvolte.

E, oltre al grande amore e passione per il ciclismo e la bicicletta( già dimostrato in altre occasioni) da parte della comunità brindisina, un “ contorno” di originalità e fantasia non guasta, intorno al grande evento. Come una “ grande intuizione” del cav. Angelo Ruggiero, grande appassionato di ciclismo da molti anni e componente del Comitato di Tappa, che coinvolge diverse associazioni, di cui fa anche parte il dirigente del Comune di Brindisi Angelo Roma.

Una “ bottiglia di vino “ che celebra un arrivo di tappa tanto atteso, la Matera- Brindisi che comprende , e via via ce ne accorgeremo sempre di più, diversi significati. Perché il ciclismo è sviluppo, è promozione, turismo, è tutto…..

Alla presentazione dell’ iniziativa, presso la Sala Guadalupi del Comune di Brindisi, oltre al cav. Angelo Ruggiero, erano presenti l’ Assessore Comunale allo Sport Oreste Pinto, il Dirigente e componente del Comitato di Tappa Angelo Roma, e Vito Suma che, come vedremo, attraverso la sua arte e fantasia, sta dando il suo personale contributo al “ grande evento”.

Il Giro d’ Italia e il Vino, come ha sottolineato l’ Assessore Pinto, “ un binomio vincente, emblema di quello sviluppo e promozione della città e il territorio che il tanto atteso arrivo di tappa a Brindisi vuole evidenziare a largo raggio. Se pensiamo solo al fatto che il Giro d’ Italia è visto praticamente in mondovisione, beh ci rendiamo conto di quanto questo evento sia molto importante per una Brindisi che deve credere maggiormente in se stessa , anzi sta investendo su stessa, proprio attraverso queste iniziative che favoriscono sviluppo e turismo “.

Il ciclismo è “ fantasia”, paesaggio, spirito di sacrificio, credere sempre in se stessi, è un “ qualcosa che ti porti dentro per sempre”, attraverso i corridori, i personaggi che ne hanno fatto la storia, le grandi corse, e vedrete che Brindisi sarà un’ altra bella storia di un’ “ avventura eterna, affascinante”.

Basta vedere la grande e condivisa passione del cav. Angelo Ruggiero, uno che di ciclismo e iniziative ne “ mastica” da sempre . “ “ Quando ero bambino iniziavo a credere nei sogni, bene, il mio grande sogno si è avverato, quello , dopo 49 anni, di un arrivo di tappa a Brindisi, un lungo percorso fatto di iniziative, celebrazioni, emozioni, personaggi. Il vino, emblema della “ rinascita brindisina”, della valorizzazione della nostra terra , quindi del Giro che a Brindisi accoglierà molte persone. E mi sento di ringraziare l’ Assessore Oreste Pinto, Angelo Roma, l’ Amministrazione Comunale, per il loro grande impegno e supporto “.

Il Giro d’ Italia a Brindisi che, come detto, avrà un “ contorno” di fantasia e arte. Come quelle portate da Vito Suma ( tra l’ altro, altro grande amante e appassionato di ciclismo sin da piccolo, anche praticamente, e negli anni scorsi tecnico nella Federciclismo con esordienti e giovanissimi) che, con la moglie, ha avuto un’ altra bella intuizione, tramutatasi poi in realtà : la produzione e realizzazione di un anello, un bracciale e un paio di orecchini che richiamano la forma di una catena di bici.

Anche questo fa, farà parte del Giro d’ Italia che, lo ricordiamo, torna a Brindisi dopo ben 49 anni, in un “ arco temporale” in cui, molto probabilmente, in diversi non ci credevano più .

Ma, il riportare un arrivo di tappa del Giro d’ Italia a Brindisi, è segno, anche e soprattutto, di una “ grande e significativa sinergia che può arrivare a qualsiasi risultato e obiettivo “.

Video Interviste .

Foto Marcello Altomare


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.