Brindisi. Notificata in carcere l’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di due persone indagate per calunnia.

A Brindisi, presso la locale casa circondariale, i Carabinieri della Sezione Operativa della Compagnia di Fasano hanno eseguito l’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Brindisi, nei confronti di ANGELINI Francesco, 42enne e ABIUSO Bartolomeo, 31enne, entrambi di Fasano, attualmente detenuti.

In particolare, i due, a seguito di attività d’indagine condotta nei mesi di giugno e luglio 2020 dal citato reparto, sono ritenuti responsabili del reato di calunnia aggravata continuata in concorso, per aver incolpato, pur sapendolo innocente, dapprima con una istanza diretta all’Autorità Giudiziaria e successivamente in sede di interrogatorio reso dinanzi al P.M., un pregiudicato fasanese, malato terminale e poi deceduto, delle condotte più gravi che vengono loro contestate dalla Procura della Repubblica di Brindisi, per le quali sono allo stato ristretti. Gli arrestati, al termine delle formalità di rito, sono stati nuovamente associati presso la casa circondariale di Brindisi.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.