BRINDISI.Friolo: “Studenti disabili a casa, diritto allo studio negato, mancano insegnanti di sostegno ed assistenti scolastici”

Diritto allo studio negato agli studenti disabili. Tra meno di una settimana si ritorna a scuola ma per molti ragazzi con disabilità questo non sarà possibile perché non vi sono insegnanti di sostegno ed assistenti scolastici. In particolare i ragazzi autistici con crisi psicogene che saranno completamente isolati.

Il problema è stato segnalato in tutta la regione ed in particolare nella provincia brindisina dove gli studenti diversamente abili sono centinaia. Oggi a causa dell’inerzia delle istituzioni molte famiglie sono state lasciate sole” così l’avvocato Maurizio Friolo, candidato al consiglio regionale con La Puglia Domani per Fitto presidente, interviene al fianco delle tante famiglie che a causa della mancanza di insegnanti di sostegno e assistenti scolastici non potranno portare i loro figli con disabilità a scuola. “Nonostante solleciti e segnalazioni, nulla è stato fatto. Un governo che non garantisce il diritto allo studio a tutti i suoi ragazzi non è un governo democratico- dice Friolo- L’emergenza sanitaria ha messo in ginocchio il paese ma sono trascorsi mesi dal lockdown e nessuno ha avuto riguardo per questi ragazzi speciali che non potranno entrare in classe con i loro compagni e svolgere le lezioni. Dove sono le politiche sociali? che fine ha fatto il welfare tanto decantato da Emiliano ed il suo governo? Siamo una regione allo sbando ed oggi il prezzo più alto lo pagano i nostri ragazzi e quel diritto allo studio negato”.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.