Brindisi. Durante l’incendio discutono e si percuotono a vicenda, opponendo resistenza ai militari intervenuti per sedare la lite, arrestati.

I Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Brindisi hanno tratto in arresto in flagranza di reato un 46enne e un 43enne entrambi del luogo, per resistenza a pubblico ufficiale.

In particolare, nella giornata di ieri, presso l’appartamento del 46enne, si è sviluppato un incendio per cause accidentali. Nella circostanza, alcuni residenti del plesso condominiale sono scesi per strada per consentire le operazioni di spegnimento delle fiamme ai vigili del fuoco di Brindisi, quando i due, per futili motivi, hanno iniziato a discutere verbalmente e a percuotersi violentemente con calci e pugni, opponendo fattiva resistenza fisica ai militari intervenuti per sedare l’alterco; i Carabinieri tuttavia sono riusciti a separare i due, i quali, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, dopo le formalità di rito, sono stati rimessi in libertà.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.