BRINDISI. Oggiano:ODG: progetto di un deposito costiero “small scale” da 20.000 m3 di GNL nel porto di Brindisi presentato dalla società Edison

E’ indispensabile oltre che opportuno che sul progetto di un deposito costiero “small scale” da 20.000 m3 di GNL nel porto di Brindisi presentato dalla società Edison si esprima chiaramente il Consiglio Comunale di Brindisi – afferma il capogruppo di FdI Massimiliano Oggiano.

La pressoché condivisione da parte del territorio (operatori portuali, organizzazioni sindacali e datoriali, forze politiche ed Enti vari)  dell’investimento in questione deve essere corroborata da una altrettanta chiara volontà politica dell’organo sovrano cittadino che dovrà esprimersi in seno alla Conferenza dei servizi decisoria presso il MISE per il rliascio dell’autorizzazione unica – continua Oggiano.  La unanimità di facciata  non può più essere brandita e/o condizionata con soluzioni pretestuose e addirittura inconciliabili con l’investimento (soluzione off shore ad esempio come paventato dal sindaco) utili solo a confondere e scoraggiare gli investitori  privati nella prosecuzione del progetto, così come successo nel recente passato con altrettanto importanti opere pubbliche infrastrutturali portuali come la vasca di colmata, gli approdi di Sant’Apollinare, le briccole, il monoblocco prefabbricato per i controlli di security per le crociere, e  da ultimo la fantasiosa localizzazione a capo bianco della Marina Militare – conclude Oggiano.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.