LeftBrindisi:È di poche ore fa la notizia della seconda rapina, in un mese circa, ai danni della farmacia di Piazza Raffaello

È di poche ore fa la notizia della seconda rapina, in un mese circa, ai danni della farmacia di Piazza Raffaello;
tra l’una e l’altra rapina ci sono stati altri episodi di che mettono in allarme i cittadini e gli esercenti di attività
commerciali (rapina al Penny, incursioni vandaliche al parco Buscicchio e alla pizzeria interna allo stesso
parco).
Tutti questi episodi, come pure altri avvenuti in altre zone periferiche, sembrano non interessare la città, le
forze politiche, sindacali, le istituzioni in genere; è stato rifatto qualche marciapiede o qualche piccolo
intervento sul manto stradale, ma rimangono i problemi di semplice vivibilità di un quartiere ai margini come
Sant’Elia (illuminazione pubblica carente in diversi , strade spesso ritenute degli autodromi).
A lungo termine si possono sperare in risultati positivi a seguito dell’azione di volenterosi come quella della
cooperativa di comunità operante sul parco Buscicchio, ma, nel breve termine, non si ritiene necessaria una
maggiore e più incisiva presenza delle forze di polizia, che, sicuramente, in queste ore (per quanto ?) è più
visibile ?
Al Sig. Vicario del Prefetto, chiediamo se non si ritiene utile la convocazione del Comitato Provinciale della
sicurezza e dell’ordine pubblico perché venga esaminata la situazione e, nel caso, vengano prese le necessarie
misure per cercare di dare un po’ più di sicurezza ai cittadini di Sant’Elia?
Al Sig Sindaco, chiediamo quando sarà ripristinata l’illuminazine pubblica in tratti come Via Mantegna e, nella
stessa, quando saranno installati i limitatori di velocità più volte prospettati o saranno installate telecamere
di sicurezza nei punti più a rischio, sia dal punta di vista della sicurezza sia per prevenire l’abbandono di rifiuti
che, purtroppo, si notano in diversi punti del quartiere San’Elia (e non solo …).

CoordinamentoLeftBrindisi


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.