FITTO (FDI): CON IL PRESIDENTE DI INNOVAPUGLIA CHE SI AFFIDA AL CIONDOLO ANTI-VIRUS ABBIAMO DAVVERO TOCCATO IL FONDO

Di seguito la dichiarazione dell’on. Raffaele Fitto di Fratelli d’Italia

“Eccoci qua. Mi ero appena ripreso dallo sbigottimento per la grande soddisfazione espressa per la Puglia in zona ‘arancione chiaro’ che mi vedo costretto guardare attonito un video di uno dei tanti nominati da Emiliano (all’Innovazione, questo, sigh!) che esibisce il ciondolo anti-virus. Lo ripeto per convincere più me stesso: il ciondolo che purifica l’aria dal virus.

“La misura è colma:

– siamo drammaticamente ancora in attesa delle centinaia di posti di terapia intensiva e subintensiva, accompagnati da flotte di assunzioni, annunciate in estate;

– assistiamo ad un immobilismo inspiegabile che si trascina da marzo, mentre la gente è in fila nelle ambulanze e la Puglia è zona arancione per inefficienza e non per i numeri di contagio;

– il Governo che era amico (per convenienza, dunque) oggi diventa un interlocutore improvvisamente goffo;

– subiamo atteggiamenti ondivaghi, che vedono scrivere e stracciare ordinanze sempre più contorte e disallineate rispetto allo scenario nazionale, addirittura scaricando la responsabilità sanitaria delle scelte sulla frequenza a scuola sulle famiglie;

– infine, adesso tutti possono cogliere fino in fondo il livello dei nominati da questa Regione, ai quali vengono affidati compiti importanti.

“Se il presidente di InnovaPuglia si affida al ciondolo israeliano, abbiamo davvero raschiato il fondo del barile. E’ vero al peggio non c’è mai fine. Ma in questo caso davvero mi sembra impossibile andare oltre”.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.