ON. VALENTINA PALMISANO(M5S) “Poste Italiane continua a penalizzare la città di Ostuni. Ora si rispettino i tempi per la riapertura degli uffici chiusi”

«Ancora una volta la comunità ostunese viene penalizzata da scelte che si fa davvero fatica a capire. Poste Italiane invece di riaprire lo sportello nella zona centrale di via Giovanni XXIII, chiude uffici quanto mai funzionali in questa fase per l’intera collettività in via Ravenna».

L’on. Valentina Palmisano (Movimento Cinque Stelle) ha scritto una lettera ai delegati territoriali e vertici aziendali di Poste Italiane appresa la notizia della nuova chiusura per lavori di manutenzione di un’altra succursale ad Ostuni, ritenuta strategica per l’intera comunità. Diverse le segnalazioni giunte di protesta. «Una situazione paradossale in un momento di grande difficoltà per il Paese, e soprattutto in una fase emergenziale dove va evitato –spiega la parlamentare brindisina- ogni forma di assembramento. Con questa decisione, seppur temporanea e auspico davvero per poche settimane, però, si è di fatto concentrato l’utenza su solo due uffici ad Ostuni, la sede centrale e gli uffici di Corso Mazzini, con tutti i rischi che ne potrebbero conseguire». Circostanze così che nelle prossime settimane potrebbero aumentare notevolmente i disagi ad Ostuni. «Vigilerò affinché siano davvero rispettati i tempi per la conclusione di questi lavori di manutenzione avviati, e contestualmente continuerò a sollecitare la riapertura anche del quarto sportello in via G. Tanzarella, nell’altra zona centrale di Ostuni, chiuso dallo scorso marzo. Non si può mortificare e penalizzare così la cittadinanza, soprattutto la popolazione anziana. Gli unici uffici attualmente aperti, infatti, sono a breve distanza tra di loro. Così – conclude l’on. Valentina Palmisano- si priva di un servizio fondamentale gran parte della città, in particolare tutta l’utenza che ha difficoltà nella mobilità quotidiana».


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.