Discrimination Free Puglia, domani in videoconferenza la presentazione del progetto “C(entro) la mia autonomia”: protagoniste 19 donne vittime di violenza

Verrà presentato domani, giovedì 3 dicembre, alle ore 16 il progetto “C(entro) la mia autonomia”, a cura dell’Ambito Territoriale Sociale BR4 del quale fanno parte – oltre a Mesagne, in qualità di capofila – i Comuni di Cellino San Marco, Erchie, Latiano, San Donaci, San Pancrazio, San Pietro Vernotico, Torchiarolo e Torre Santa Susanna.

Interverranno: Toni Matarrelli, presidente del Coordinamento Istituzionale dell’Ambito BR/4; Anna Maria Margiotta e Maria Rosaria Cervelli della sezione Sicurezza del Cittadino, Politiche per le Migrazioni e Antimafia sociale della Regione Puglia; Cosima Campana, responsabile dell’Ufficio di Piano dell’Ambito Br/4; la referente del Centro Antiviolenza “Io Donna” di Brindisi, Lia Caprera; Sandro De Giorgi e Romina Troisio, referenti del Consorzio “Atena Formazione e Sviluppo”; Matteo Robustella, docente del corso. Gli interventi saranno coordinati da Antonio Calabrese, consulente istituzionale dell’Ambito BR/4.

Il corso di formazione per tecnico di cucina – avviato grazie all’azione 9.5, “Interventi di contrasto alle discriminazioni”, e sub –Azione 9.5.a, “Progetti di inclusione attiva” dell’Avviso Pubblico regionale “Discrimination Free” – ha come obiettivo l’inclusione sociale e l’occupabilità di 19 donne residenti o domiciliate in uno dei nove Comuni dell’Ambito, disoccupate e vittime di violenza di genere.

La videoconferenza sarà trasmessa in diretta streaming sulle pagine facebook di “BrindisiOggi”, “Il7 Magazine” e “Qui Mesagne”, per le quali saranno presenti i giornalisti delle rispettive testate online, Lucia Portolano, Gianmarco Di Napoli e Cosimo Saracino.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.