CENTRODESTRA: IL BLUFF DEI 5STELLE, FINGONO DI STARE ALL’OPPOSIZIONE MA POI CHIEDONO E OTTENGONO POLTRONE DA EMILIANO

ota congiunta dei capigruppo di centrodestra (Ignazio Zullo per Fratelli d’Italia, Davide Bellomo per la Lega, Stefano Lacatena per Forza Italia, Paolo Pagliaro per La Puglia Domani e Paolo Dell’Erba per il gruppo Misto)

“In Consiglio regionale il Movimento 5 Stelle finge di essere all’opposizione (ma a chi vogliono darla a bere!), ma poi nell’Ufficio di presidenza intascano il vice presidente (di maggioranza) per uno di loro e il copione oggi hanno tentato di ripeterlo e in parte ci sono anche riusciti: nelle Commissioni sono stati calcolati fintamente all’opposizione, ma nella Settima il segretario (che è in quota maggioranza) è un altro 5stelle.

“Il Movimento 5 Stelle accusa gli altri di fare la vecchia politica, ma ormai loro sono diventati maestri nella gestione del potere e delle poltrone: per questo all’esterno vogliono continuare a dare l’idea di essere sempre ‘verginelli’, sempre all’opposizione del centrosinistra e di Emiliano, ma poi non disdegnano di occupare posti di maggioranza ammantandoli per essere ‘ruoli di garanzia’… Ma garanzia per chi? Per loro! I 4stelle che in questa legislatura hanno trovato un ruolo a testa: Cristian Casili vicepresidente del Consiglio, Marco Galante segretario Settimana Commissione, Grazia De Bari capogruppo e ora non resta che vedere Rosa Barone assessore. E per giustificare per questo assalto alla diligenza ogni giorno pro propagandano un provvedimento di Michele Emiliano come un loro successo, senza di preoccuparsi di aver messo nell’angolo l’unica vera grillina rimasta in Consiglio regionale, Antonella Laricchia”.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.