Francavilla Fontana (Br).Le melodie di Natale online sul profilo social del Santuario della Madonna della Croce.

Nove giorni di stupore e meraviglia per vivere l’atmosfera natalizia in altrettanti videoclip


Nel Santuario della Madonna della Croce a Francavilla Fontana risuonano le nenie, le pastorali, i canti tradizionali, i brani più amati del periodo natalizio. A partire dal 16 dicembre e sino alla Vigilia di Natale, l’appuntamento è ogni sera alle ore 18, sulla pagina facebook della Parrocchia Santuario Maria SS. della Croce di Francavilla Fontana. L’iniziativa è promossa insieme alla Pro Loco di Francavilla Fontana ed è resa possibile grazie alla disponibilità tecnica di Antimo Altavilla, con il fratello Mimmo, dello studio Gotico Fotografia. Straordinaria è stata la partecipazione dei musicisti – tutti legati alla comunità francavillese per provenienza, studio o lavoro – e che in questi tempi difficili sono intervenuti con esecuzioni svolte in maniera individuale o in formazioni estremamente ridotte.

Ogni giorno per nove giorni, tanti quanti sono quelli della novena del Natale, nel santuario vuoto e a porte chiuse, la musica dei questi artisti dialoga con la fede e la tradizione, l’arte e l’architettura di questo possibile luogo simbolo del Natale, per altro nel cinquantesimo anniversario della fondazione della Parrocchia. “Celebriamo così il tempo di attesa della grande festa del Natale – ha dichiarato il parroco fra Giancarlo Greco – sapendo bene che non esiste un Natale minore, semmai potrà esserci un Natale diverso, da vivere nella sua essenzialità, attenti ai valori universali che anche la musica ci propone, con un linguaggio altrettanto universale. Questo programma musicale è proposto come momento di riflessione pastorale, ispirati dagli scritti francescani, tra i quali la prima ammonizione di san Francesco d’Assisi dal quale abbiamo tratto il titolo “… e lo avete veduto” e dai più recenti documenti del Santo Padre Papa Francesco. L’incontro con questi musicisti ci arricchisce e ci infonde speranza. L’arte e la tecnologia sono nostre alleate nella difficile missione di giungere davvero nelle case e nei cuori di chi è provato dalla malattia, dalla solitudine, dalle fragilità e dalle incertezze della vita per ricordarci come, nel mistero di Natale, c’è la certezza di essere “Fratelli Tutti”. Ogni brano musicale è stato scelto con lo scopo di suscitare stupore e meraviglia intorno al tema delle tradizioni natalizie, nell’eccezionale contesto del santuario e convento francescano presente a Francavilla fontana, e per riflettere sulla lettera apostolica dedicata al presepe, Il Mirabile Segno, firmata a Greccio da Papa Francesco, esattamente un anno fa.

Ogni videclip svela anche angoli e dettagli meno noti del santuario e del convento francavillese, affidati alla comunità francescana. “Si tratta di un percorso all’insegna dell’arte, della musica e delle tradizioni – spiega il presidente della Pro Loco, Giovanni Colonna – che ci permette di sottolineare il legame speciale che unisce Francavilla Fontana all’arte e, in particolare, alla musica e ai temi del Natale. Sarà il primo anno che non potremo organizzare o assistere ai tradizionali concerti di Natale, mentre una grave crisi interessa tutti i settori economici, tra i quali anche quello legati alla cultura e al turismo, in questa circostanza con un pensiero e una dedica speciale rivolti ai lavoratori della filiera delle sagre e delle feste popolari. Proprio l’omaggio generoso di tanti artisti e professionisti francavillesi ci commuove profondamente e ci spinge a confidare in un Natale di speranza e di rinascita, da vivere con prudenza e responsabilità”.

Nel corso di questi nove giorni si potrà ascoltare una registrazione d’archivio del maestro Dario di Coste, attuale vice comandante della Banda Musicale Nazionale della Guardia di Finanza. Sono invece inedite le esecuzioni originali curate dalla Scuola Musicale Comunale “Padre Serafino Marinosci” – Città di Francavilla Fontana – con l’intervento del suo direttore, il maestro Antonio Curto, insieme a Cosimo Spinelli (clarinetto), Rossana Volpe (soprano), Mariolina Galiano (voce), Celeste Bungaro (voce); dall’Associazione Musicale “Giuseppe Verdi” diretta dal maestro Andrea di Castri con i musicisti Gianvito Carriero (oboe), Mino Bungaro (clarinetto), Carmine Saponaro (sax contralto), Raffaele Derna (tromba), Davide Milone (trombone), Stefano Sternativo (tuba); dall’Associazione ArmoniEnsemble con la sua Guitar trio composto da Palma di Gaetano (flauto), Giordano Muolo (clarinetto), Vincenzo Zecca (chitarra); dalla Music Lover Band diretta dal maestro Cosimo Spienlli con Mino Bungaro (clarinetto), Marina Putignano (flauto traverso), Emanuele Pastore (fagotto), Davide Milone (trombone), Stefano Sternativo (tuba), Danilo de Milato (percussioni); dal professore Roberto Martucci (organo); dai musicisti Pietro Balsamo (voce e tamburello), Giusy Balsamo (voce), Angelo Ignazio(organetto), Fernando Milone (organetto); dal francescano fra Agostino Buccoliero (organo), vicario parrocchiale presso il santuario. Immancabile, ovviamente, il contributo del Coro parrocchiale con Laura Galasso (violino) e Antonio Montanaro (organo e direzione), i soprani: Viviana Altavilla, Miriana de Milato, Concetta Iurlaro, Clara Ligorio; contralti: Sara Bonifacio, Filomena di Punzio, Sofia Ligorio, Franca Mantello, Pamela Palumbo, Maria Josè Piro, Cristina Vecchio; tenori: Adalberto Alfonzetti, Giuseppe Fanizza, Massimo Spina, Francesco Spinelli; bassi: Raffaele Chionna, Giuseppe Landolfa, Giuseppe Trisolino.

 


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.