BRINDISI.Questionari on line sul fenomeno dell’antibiotico resistenza

C’è ancora tempo fino al 31 dicembre per la compilazione on line dei questionari conoscitivi del fenomeno dell’antibiotico resistenza, predisposti dall’Unità operativa di Sicurezza Alimentare e antibiotico resistenza, che opera all’interno del Dipartimento di Prevenzione della Asl Brindisi.

Si tratta di una delle iniziative dedicate al settore degli animali da compagnia per la settimana mondiale sull’uso consapevole degli antibiotici promossa dall’OMS e celebrata nel mese di novembre scorso per sensibilizzare la popolazione e i professionisti sanitari sul fenomeno dell’antibiotico resistenza e promuovere l’uso corretto e consapevole di tali farmaci.

In Italia le infezioni da Resistenza antimicrobica (AMR) sono 200.000 all’anno, 670.000 in tutta Europa. I decessi 10.000 all’anno e 33.000 in tutta Europa (dati ECDC). Il 50% degli antibiotici viene utilizzato in veterinaria.

Per questo l’Unità operativa di Sicurezza Alimentare e antibiotico resistenza aveva predisposto due questionari rivolti ai proprietari di animali da compagnia per misurare la conoscenza del fenomeno, e ai veterinari sull’appropriatezza prescrittiva.

Per compilare i questionari collegarsi sul Portale Puglia Salute – Asl Brindisi nella sezione sondaggi ai seguenti link:

Questionario rivolto ai proprietari di animali da compagnia

http://servizias01.sanita.puglia.it/index.php/112595/lang-it

Questionario rivolto ai veterinari clinici nel settore degli animali da compagnia

http://servizias01.sanita.puglia.it/index.php/164151/lang-it

L’analisi dei questionari sarà utile per sviluppare progetti formativi mirati rivolti alla popolazione target.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.