BRINDISI.”Più cemento per tutti” – Coportavoce regionale dei Verdi Mimmo Lomelo

Leggere le dichiarazioni del consigliere regionale Fabiano Amati sulla ennesima proroga del piano casa rimango sconcertato, rivendicarne poi, come afferma lo stesso, che oramai è diventato patrimonio comune e che serve allo sviluppo economico della regione ci sconcerta!

Il “Piano Casa” era nel passato un provvedimento provvisorio è limitato nel tempo! Invece è diventato non solo stabile ma addirittura evento comune.

Noi Verdi non ci stiamo e non condividiamo affatto questa enfasi di chi continua a proporre proroghe per sanare abusi edilizi fin a cercare di estendere l’applicazione nelle leggi e nelle zone quali per esempio la legge regionale sul turismo rurale e addirittura nelle aree naturali protette vedi la legge istitutiva del Parco Regionale Naturale di Costa Ripagnola e in aree del litorale brindisino. Fortunatamente tutte leggi osservate dal governo nazionale e rinviate alla consulta!

Riproporre questi strumenti di interventi urbanistici significa indurre gli Enti Locali ad abdicare alla pianificazione territoriale in una regione come la nostra dove alta è la percentuale del consumo del suolo e pochissimi sono i comuni dotati di piani urbanistici generali.

Insomma credo che su questa ennesima riproposizione del piano casa un politico come cetto la qualunque sintetizzerebbe per l’appunto “più cemento per tutti”.                

Coportavoce regionale dei Verdi Mimmo Lomelo


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.