Terza donazione di sangue da parte del Questore di Brindisi.

Un gesto di ordinaria filantropia

Il dottor Ferdinando Rossi si è recato questa mattina nel Centro Trasfusionale dell’ospedale Perrino di Brindisi per donare il sangue. Ad accoglierlo, la responsabile pro tempore del Centro, la dottoressa Antonella Miccoli, insieme a medici ed operatori. Per tutti, il Questore è ormai una figura familiare. Si tratta infatti della sua terza donazione effettuata nel corso del 2020.

Un gesto di ordinaria filantropia, compiuto da uno dei più alti rappresentanti dello Stato in provincia di Brindisi, che proprio per questo motivo assume anche un significato simbolico.

Desidero esprimere il mio ringraziamento al Questore – ha detto la dottoressa Miccoli – che per il prelievo è venuto alle 8.30, nonostante avesse un altro impegno d’ufficio immediatamente dopo. Noi auspichiamo che il suo gesto possa fungere da esempio per incrementare il numero delle donazioni, delle quali mai come in questo momento si avverte il bisogno.”

A necessitare di trasfusioni sono soprattutto i pazienti microcitemici, quelli in assistenza domiciliare e coloro che devono essere sottoposti ad intervento chirurgico.

Ricordiamo che al Centro Trasfusionale si accede tramite un percorso protetto, nel quale sono scrupolosamente eseguite tutte le misure previste dalle norme di sicurezza anti Covid-19. Le donazioni possono essere effettuate dal lunedì al sabato dalle 8.00 alle 12.00 previa prenotazione al numero 0831 537274.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.